News

UWCL, continua ad aumentare l’affluenza media: quest’anno è di 10.800 spettatori. Kessler: “Sta riscrivendo nuovi standard”

Aitana

5 Maggio 2023 - 11:10

tcf-plustcf-plus

In questa edizione della UEFA Women’s Champions League sono state registrate tre delle più grandi affluenze di sempre nella storia del torneo, ma l’aumento generale del numero di spettatori è stato ancor più notevole nelle fasi conclusive. La scorsa stagione, oltre 90.000 spettatori hanno assistito alle gare casalinghe del Barcellona ai quarti di finale e in semifinale. Anche se le cifre al Camp Nou sono state inferiori per le partite dello stesso turno del 2022/23, l’affluenza complessiva per il torneo rimane in forte aumento. Con l’imminente finale in programma al PSV Stadion (35.000 posti), siamo sulla buona strada per superare quota 680.000 spettatori complessivi in stagione dalla fase a gironi alla Finale.

I 60.063 spettatori che hanno assistito all’emozionante vittoria del Wolfsburg nella semifinale di ritorno di lunedì contro l’Arsenal hanno infranto il record precedente per una partita di club femminile in Inghilterra, mentre la media per ogni gara della competizione è stata di 10.800 spettatori: un dato senza precedenti nel calcio femminile per club. La scorsa stagione, la prima con la nuova fase a gironi, la media è stata di poco superiore a 9.000 spettatori, di per sé un enorme balzo rispetto ai 5.000 del 2018/19 (nel 2019/20 e 2020/21 c’erano le restrizioni dovute alla pandemia).

In questa stagione sono entrate nella top ten di sempre per presenze ben cinque partite, che potrebbero diventare sei dopo la finale di Eindhoven. Oltre al record per il Regno Unito registrato nello stadio dell’Arsenal lunedì, anche la Roma nei Quarti di Finale ha stabilito un nuovo record per la propria nazione per quel che riguarda le presenze in una partita di calcio femminile.

Inoltre sono state registrate dieci partite con presenze superiori a 20.000 spettatori (prima di questa stagione erano solo 17 in totale), grazie a club come Bayern, Chelsea e Wolfsburg, ma anche Arsenal, Barcellona e Roma. La programmazione della maggior parte della fase a gironi quando il calcio maschile ha avuto una pausa per la Coppa del Mondo ha portato anche un grande aumento del pubblico sugli spalti, così come l’uso degli stadi dei club maschili. Anche nei campionati nazionali femminili si sono registrati record di presenze in questa stagione, mentre il mese scorso 83.132 persone hanno assistito a Wembley alla Finalissima femminile.

Il direttore generale UEFA per il calcio femminile, Nadine Kessler, ha dichiarato: “La UEFA Women’s Champions League sta riscrivendo nuovi standard, non solo per il calcio femminile di club europeo, ma anche per lo sport di club femminile in tutto il mondo. Dopo un Europeo da record in Inghilterra, i tifosi adesso accorrono in massa per vedere le più forti calciatrici in azione nei club. Inoltre in Champions League, quella che una volta era una novità, ovvero l’uso degli stadi principali per occasioni speciali, adesso è praticamente la normalità, e si è passati da avere aspirazioni ad avere aspettative. Ora possiamo pensare alla finale di UEFA Women’s Champions League che si terrà a Eindhoven, con il tutto esaurito, e con molti tifosi che arriveranno anche dall’estero. Sarà fantastico vedere lo stadio esaurito in ogni ordine di posto per l’evento clou della stagione”.

TCF

Fonte: UEFA