News

TCF ‘Speciale Sambenedettese’ – Pres e Mister Pompei: “Abbiamo vinto il campionato all’ultima giornata, le mie calciatrici hanno fatto innamorare una città”

30 Giugno 2022 - 12:05


E’ il presidente e anche l’allenatore. Ma non è una questione di ruoli. O di etichette. Silvestro Pompei è veramente il motore e l’anima della Sambenedettese che ha conquistato la promozione in Serie C. Un dirigente preparato e un innamorato di calcio che non smette mai di studiare. Il pallone è la passione. Pompei, invece, di lavoro è il direttore della testata Provincia Marche.it. Un quotidiano molto apprezzato.

“Da dove partiamo? Beh, direi che possiamo iniziare dalla mia passione per il calcio. Sempre legata ai colori della Sambenedettese. Ho anche giocato alcuni anni, centrocampista alla Pirlo”.

Una carriera durata poco.

“Mi sono rotto tibia e perone. E a quei miei tempi non era un incidente semplice. E’ stata un’odissea. Ho scelto di abbandonare il calcio giocato e di iniziare a fare il tecnico. Sono allenatore Uefa B. Ho lavorato molto nel settore giovanile, sempre della Sambenedettese, naturalmente”.

Poi è arrivato il calcio femminile.

“E’ iniziato tutto come una scommessa nove anni fa. Creando un rapporto importante con la Sambenedettese di patron Fedeli”.

Rapporto che però si è incrinato.

“Fedeli credeva molto nel calcio femminile. Poi, però è arrivato il diesse Cinciripini che ragionava sul nostro movimento con la mentalità di trent’anni fa. Per questo sono stato costretto a provocare una scissione e a far nascere la società FC Sambenedettese”.

La sospensione dei campionati per Covid ha ritardato il vostro ingresso nel calcio importante.

“Vero. Ma appena siamo ripartiti siamo stati capaci di centrare subito la promozione in Serie C. Una grande impresa”.

Un campionato esaltante iniziato però con una sconftta.

“Già, 3 a 0 a Macerata. Poi, però siamo decollati. La promozione è arrivata all’ultima giornata dopo un emozionante testa a testa con la Vis Pesaro. Erano davanti in classifica ma loro hanno perso ad Ancona e noi, invece, abbiamo vinto contro il San Giorgio. Una festa incredibile. Queste ragazze hanno fatto innamorare una città. Continuano a ricevere premi”.

TCF (1 – segue)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *