News

TCF ‘Pagelle Roma’ – Lazaro svolta la partita, Haavi e Giugliano super, Minami distratta

26 Ottobre 2022 - 19:05


ROMA

CEASAR 6 – Attenta a catturare i palloni vaganti nell’area piccola, intuisce il rigore ma non ci arriva. Poteva fare meglio sul tacco di Brunnthaler che porta al secondo gol.

LINARI 6,5 – Avvia la rimonta con un destro che sfonda la porta, dietro fa il possibile, mette una pezza dove serve

WENNINGER 6 – Quando si presenta in area avversaria crea scompiglio, quando è nella propria non è sempre attenta

MINAMI 5 – La nota negativa della trasferta austriaca: concede il rigore e si perde Schumacher in occasione del secondo gol. In affanno in vari momenti.

SERTURINI 6 – Come Haavi, mettendo in difficoltà Fuchs prima e Lemesova poi, ma risulta essere meno efficace della norvegese. Pecca di precisione e in alcune scelte.

GIUGLIANO 7 – Distribuisce un’infinità di palloni, riuscendo spesso a districarsi da situazioni difficili. Completa la rimonta (anche grazie alla complicità del portiere avversario)

ANDRESSA 6 – Ha più volte la possibilità di segnare ma non è precisa, il rigore era tirato bene, ma Schutler le nega la gioia dell’esultanza

GREGGI 6,5 – Si sdoppia e corre per due, va vicina alla rete con un bel sinistro.

HAAVI 7 – Non segna, ma è costantemente una spina nel fianco a sinistra, salta sempre l’avversaria di turno con facilità e propone palloni in mezzo invitanti

GIACINTI 6,5 – Nel primo tempo spreca alcune occasioni non da lei, nella ripresa si rifà con il tap-in dopo il rigore di Andressa

HAUG 5,5 – Prova ad incidere ma non ha vita contro la rocciosa e rude Balog. Pensa più ad assistere le compagne che a finalizzare.

ENTRATE

LAZARO 7,5 – Entra e cambia totalmente la partita: dall’assist a Linari, alla quarta rete che mette in sicurezza la sfida. 

CICCOTTI S.V.

KOLLMATS S.V.

ALL. SPUGNA 6,5 – La Roma ha vinto, ma che fatica. Sono mancati cinismo e precisione per trequarti di gara, lacune che a questi livelli rischi di pagare caro. Da grande squadra qual è, la formazione capitolina ha tirato fuori gli artigli e ci ha creduto fino alla fine. Sono arrivati i tre punti (che valgono il doppio), ma quanta sofferenza.

Marco Cicali


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *