News

TCF ‘Le pagelle di Italia-Austria’ – Tante insufficienze, Bonansea non incide, Giugliano entra bene

11 Novembre 2022 - 18:55


Ecco le pagelle della sfida delle Azzurre contro l’Austria.

ITALIA

DURANTE 6: incolpevole sul gol austriaco, normale amministrazione per il resto della gara.

BARTOLI 5,5: molto attiva sulla fascia anche se la precisione non è il suo forte.

LINARI 6.5: la migliore del reparto difensivo con ottime chiusure e con la giusta concentrazione. Si infortuna e viene sostituita dopo un tempo.

FILANGERI 4,5: molte incertezze in marcatura e su una di queste scaturisce il gol austriaco che decide la partita, oltretutto si distingue poco in fase propositiva.

BONANSEA 5: parte arretrata e si mantiene costantemente sulla fascia destra senza brillare e senza incidere in alcuna azione degna di nota.

ROSUCCI 5: imprecisa e poco presente sia in fase di copertura che propositiva.

GALLI 5,5: cerca di ricucire trame di gioco a centrocampo ma i risultati sono scadenti.

CARUSO 5,5: dinamismo e volontà non mancano ma si trova persa in una parte del campo dominato dalle giocatrici avversarie.

GIACINTI 5,5: generosa e scattante nelle pochissime occasioni in cui viene chiamata in causa anche se non crea particolari apprensioni alla difesa avversaria.

BOATTIN 5,5: abulica e poco intraprendente rispetto alle recenti partite di campionato, non si mette in mostra in alcuna azione di rilievo.

POLLI 5,5: si spenge lentamente dopo un buon inizio caratterizzato da un buon feeling con Giacinti.

ENTRATE

SALVAI 6: ha il suo daffare in una ripresa in cui la squadra italiana subisce la pressione della squadra avversaria.

GIUGLIANO 6,5: cerca di dare ordine ad un centrocampo fino a quel momento deludente e ci riesce in parte con alcuni lanci interessanti.

GIRELLI 5,5: non entra in partita e non partecipa al tentativo di pressing finale.

CERNOIA 5,5: squadra allungata e quindi difficile dialogare a centrocampo.

CANTORE 6: pochi minuti in cui prova con la sua vivacità a superare la difesa austriaca.

SIMONETTI: SV

Ct BERTOLINI 5,5: La squadra azzurra perde di misura dall’Austria che si dimostra più organizzata e motivata. È mancato soprattutto il centrocampo, in cui Rosucci e Galli non riescono a rifornire con precisione le proprie attaccanti. Il reparto difensivo ha potuto contare su una precisa e decisa Linari che però ha avuto poca collaborazione dalle compagne. Un passo indietro rispetto all’ ultima apparizione contro il Brasile in cui, nonostante la sconfitta, l’Italia si dimostrò all’altezza della più quotata avversaria.

AUSTRIA: ZINSBERGER 6,5, BILLA 6, DUNST 6, FEIERSINGER 6,5, GEORGIEVA 6, HANSHAW 6,5, HICKELSBERGER 7, PUNTIGAM 6,5, WENNINGER 6,5, WIENROITHER 6,5, ZADRAZIL 6. ENTRATE: SCHASCHING 6,5, NASCHENWENG 6, WIENERROITHER 6, KOLB 6, KIRCHBERGER SV, KLEIN SV. CT FUHRMANN 6,5

Gabriele Ceccarelli


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *