News

TCF ‘Il caso Serie B’ – Qualcosa si sta muovendo, le società chiedono un ristoro vicino ai 30.000 euro

5 Settembre 2022 - 15:15


Qualcosa si sta muovendo. Finalmente. I presidenti di Serie B hanno preso coscienza di doversi andare a confrontare con la Divisione alla luce di quelle che sono le problematiche della nuova stagione. Che segna il passaggio al professionismo della Serie A e che lascia il torneo cadetto in una posizione complicata. La riflessione è semplice: se la Serie B si deve far carico di tante conseguenze legate al passaggio al professionismo occorrono degli aiuti economici. Che non devono essere letti come “un’elemosina” ma come il riconoscimento di fattori di cui il torneo cadetto è oggetto passivo. Servono almeno 30.000 euro a club in modo da coprire una parte delle spese di trasferta aumentate a causa del passaggio della Serie B a sedici squadre e la necessità delle dirigenze di arricchire numericamente la rosa vista la lunghezza del campionato. Una richiesta legittima. Che la Divisione non può ignorare.

TCF (1 – segue)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *