News

Serie A, il Parma scappa e Chawinga lo riprende: al Tardini è 2-2

29 Novembre 2022 - 08:00


La 10ª giornata di Serie A Tim si è chiusa con il posticipo del lunedì tra Parma e Inter. Una gara molto intensa e che è terminata con quattro reti ed un pareggio. Dopo una prima fase di studio delle due formazioni, il match ha iniziato a farsi sempre più intenso e non sono mancate diverse interruzioni di gioco per falli e scontri di gioco a metà campo. Al 30′ è arrivata la prima interessante occasione per il Parma. E il primo tiro verso la porta dell’Inter è stato opera di Banusic con il destro che tuttavia è finito di poco a lato del palo alla destra di Durante. Probabilmente Banusic in questa occasione avrebbe anche potuto optare per un appoggio verso Cambiaghi (un altro elemento della squadra sempre presente in fase offensiva) ma alla fine ha scelto la soluzione personale. Questo primo squillo crociato però è stato soltanto preludio del gol del vantaggio del Parma che è arrivato due minuti più tardi: è stato di Martinovic l’inserimento vincente. La numero 24 del Parma è sbucata, rapida e cinica, tra due difensori e si è avventata sul pallone – crossato da Santoro e prolungato con un tocco quasi impercettibile ma decisivo da Farrelly – e ha battuto così Durante. Martinovic (seconda marcatura consecutiva per la prima volta da maggio 2021) ha segnato quattro gol – di cui tre in casa – in 10 presenze finora, il doppio delle reti dello scorso campionato in 16 gare tra Fiorentina e Sampdoria. Il primo tempo è poi proseguito con un’altra azione offensiva del Parma, ancora sull’asse Martinovic-Cambiaghi con la prima che inizialmente ha pensato alla conclusione in porta, ma alla fine ha allargato verso la compagna che poi ha provato a concludere ma ha trovato il muro della difesa nerazzurra. L’attacco dell’Inter non ha spesso trovato con facilità l’imbucata giusta, complice anche una difesa del Parma attenta e composta soprattutto nel primo tempo. Infatti al 40′ è stata Simonetti a provarci dalla distanza ma il tiro non ha impensierito troppo Capelletti che ha fatto sua la sfera. Ma il pressing dell’Inter è continuato e poco dopo Bonetti ha provato a sfondare da sinistra ma anche in questa occasione il Parma ha chiuso bene. Non ha fatto altrettanto bene appena un minuto più tardi in fase di impostazione: sulla trequarti infatti la squadra di casa ha perso palla, innescando così una ripartenza di Polli che in verticale ha trovato Njoya che è arrivata in area palla al piede e ha concluso col mancino. Anche questa volta però la risposta di Capelletti è arrivata puntuale. Ribaltamenti di fronte continui e presto il Parma si è costruito un’altra chance. Leggerezza di Merlo e Cambiaghi ha recuperato il pallone. Si è involata verso la porta e ha lasciato partire il tiro da fuori area ma ha spedito altissimo sopra la traversa. La prima frazione dunque si è chiusa con il vantaggio di misura del Parma, mentre il secondo tempo si è aperto con un Inter totalmente diversa. Più caparbia e soprattutto con il baricentro molto più alto per provare subito a riportare la situazione in parità. E al 54′ ecco il tiro di Alborghetti dalla distanza che tuttavia si è spento sul fondo. Poi dopo un minuto è arrivata un’altra occasione per le nerazzurre di Guarino, dalla corsia di destra: cross di Bonetti verso il cuore dell’area piccola dove ha pescato Polli che però non ha trovato lo specchio della porta. Il Parma comunque in più occasioni si è dimostrato cinico e nel momento migliore dell’Inter è arrivata la rete del 2-0. Al 59′ un errore di Mihashi ha innescato Banusic che non ci ha pensato due volte, si è avvicinata alla porta di Durante e ha spiazzato la numero uno nerazzurra con il mancino. L’Inter è la squadra a cui Marija Banusic ha segnato più gol in Serie A: tre reti, realizzate con ciascuna delle tre maglie vestite nella competizione (Roma, Pomigliano e Parma). Inoltre, quello di oggi per Banusic è stato il suo primo gol con il Parma in Serie A, alla quarta presenza in questo torneo; non segnava in campionato dalla doppietta nel derby campano Pomigliano-Napoli 3-1, del 14 maggio scorso. La squadra di Guarino però ha cercato in tutti i modi di reagire e dal 70′, nel giro di dieci minuti, ha completato la rimonta che ha evitato la sconfitta. Prima con la rete di van der Gragt che di testa, servita da Alborghetti, non ha sbagliato; poi con Chawinga. La numero 11 nerazzurra è tornata in campo e l’ha fatto a modo suo: subito decisiva. All’80’ (appena 4 minuti dopo essere entrata sul terreno di gioco) ha raccolto un traversone verticale di Bonetti e ha trovato la rete fondamentale per il pareggio. Numeri incredibili, quelli di Tabitha Chawinga: nessuna giocatrice ha segnato più gol di lei in questo campionato (sette reti, di cui cinque fuori casa, al pari di Elisa Polli e Cristiana Girelli). Ma anche van der Gragt si è confermata garanzia di copertura ma anche di capacità offensive: nessun difensore infatti ha segnato più della numero 3 nerazzurra in questa Serie A (tre gol, tutti di testa, inclusi due contro il Parma). Gli errori da una parte e dall’altra sono stati decisivi per i gol avversari, per questo negli ultimi minuti di gioco si sono viste due squadre più guardinghe: il Parma per evitare il tracollo subendo un terzo gol, l’Inter per non vanificare quanto fatto per evitare il ko. Tuttavia chi ci ha provato fino all’ultimo è stata Cambiaghi, sponda crociata, e ancora Chawinga, lato nerazzurro, ma tutte e due senza esito. La gara quindi è finita 2-2 con la rimonta incompleta dell’Inter ai danni di un Parma che non è riuscito a proteggere il doppio vantaggio. Un punto a testa che ha permesso alla squadra di Guarino di salire in terza posizione a quota 19 punti, agganciando così la Fiorentina e restando a -2 dalla Juventus. Discorso e situazione diversa per il Parma che resta ultimo in classifica con 5 punti ma ha dimostrato che può e soprattutto vuole rinascere, visto che è rimasto imbattuto in due delle ultime tre gare in Serie A (2N), dopo aver perso sei delle prime sette partite di questo campionato (1V).

I risultati della 10ª giornata di Serie A Tim 2022/23

Parma-Inter 2-2
32′ Martinovic (P), 59′ Banusic (P), 70′ van der Gragt (I), 80′ Chawinga (I)

Sampdoria-Sassuolo 0-2 (giocata ieri)
Juventus-Como Women 1-1 (giocata ieri)
Roma-Pomigliano 2-0 (giocata sabato)
Fiorentina-Milan 1-6 (giocata sabato)

Il programma della 11ª giornata di Serie A Tim 2022-23
Sabato 3 e domenica 4 dicembre

Pomigliano-Sampdoria
Inter-Juventus
Sassuolo-Parma
Como W.-Fiorentina
Milan-Roma

TCF

(Fonte Figc)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *