News

Sassuolo, Piovani: “Per noi è iniziato un altro campionato, con l’Inter partita straordinaria e meritavamo di più”

24 Ottobre 2022 - 14:00


Il Sassuolo Femminile pareggia nel match contro l’Inter conquistando il suo secondo punto in questo campionato dopo quello maturato contro la Juve. La formazione neroverde era riuscita ad andare in vantaggio ma è stata raggiunta dalla rete di Chawinga in pieno recupero. Il tecnico Gianpiero Piovani ha così analizzato il match ai microfoni del club:

“Ho detto alle ragazze nel preparare la partita che per noi iniziava un altro campionato e che dovevano essere brave a collaborare tra loro, essere squadra, tutte hanno fatto una partita straordinaria e meritavamo di più, però le partite si giocano 95 minuti, se avessimo giocato tutte le partite per 80 minuti avremmo avuto qualche punto in più, ma prima della partita avremmo firmato per un pareggio, stava arrivando una vittoria, è venuto un pareggio, magari è quello che volevamo per come siamo messe. Addirittura ha esordito una ragazza del 2006, Sciabica, che sta lavorando sodo con noi e credo che sia un premio giusto per lei, per le compagne di squadra, perché è una ragazza che si fa volere bene, e anche per la società, penso sia motivo d’orgoglio vedere una sua ragazza, una 2006, esordire in Serie A.”

“Grande orgoglio anche per il gol di Tomaselli? Assolutamente sì. Per lei doppiamente felice perché è con me da 6 anni, è una mia fedelissima. Rientrava da un infortunio, mi ha detto che voleva venire in panchina e che se c’era bisogno avrebbe dato una mano, e questo è lo spirito giusto. Le ragazze che vengono in panchina sono come delle allenatrici che incitano le ragazze, io voglio vedere questo. Voglio vedere che c’è la fame per ottenere e lo sto vedendo, prima magari eravamo una squadretta, perché eravamo giovani, abbiamo cambiato tanto, sono andate via 7 giocatrici titolari, stiamo pian piano vincendo delle scommesse, giocatrici che sono arrivate come seconde scelte che stanno giocando titolari e questo è lo spirito giusto per affrontare il campionato che è cambiato negli anni, si è alzato il livello. Noi inizialmente eravamo un po’ indietro ma ora ci stiamo avvicinando.”

“Giocavamo con un 3-5-2 in costruzione e un 4-4-2 in fase di non possesso. Siamo state brave con le centrocampiste a mandarle sull’esterno dove con Chawinga ci hanno creato delle difficoltà, ma solo dei cross, credo che Kresche non abbia fatto una parata, solo una coi piedi. Le ragazze sono state brave a preparare la sfida in pochi giorni. Chawinga l’avrei voluta volentieri con me però gioca con l’Inter, se giocava da noi forse oggi eravamo qui a esultare. Ma noi abbiamo queste e dobbiamo lavorarci, la soddisfazione dell’allenatore è vedere crescere queste ragazze.”

“Per noi è iniziato un altro campionato. Il Como è forte, ha battuto il Parma, ha dato del filo da torcere a Inter e Roma, è una squadra organizzata e fisica, viene dalla B ma si è attrezzata bene. Per noi ora sono tutte finali, il Como per noi deve essere come affrontare l’Inter o la Roma, sarà una partita difficile, perché è una squadra combattiva e che sa il fatto suo.”

“La risposta del pubblico? Questa è un’altra cosa positiva che si va ad aggiungere alle prestazioni delle ragazze. Le ragazze hanno bisogno di sentirsi incitate dalla gente che dà tutto come danno tutto le ragazze, quindi grazie da parte mia e dalle ragazze perché effettivamente per noi questo pubblico è il 12esimo uomo in campo e cerchiamo di ripagarli con le prestazioni.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *