News

Pontedera, Prep Biondi: “Ho accettato senza indugiare, subito in sintonia col Ds Basili”

14 Agosto 2022 - 16:30


Attraverso un comunicato ufficiale, il Pontedera Femminile ha annunciato la nomina di Carlo Biondi come nuovo Team Manager e allenatore dei portieri della Prima Squadra. Biondi ha già vissuto esperienze nel femminile gli ultimi due anni con la Pistoiese. Queste le sue considerazioni ai microfoni del club toscano:

“Ho iniziato a fare il preparatore dei portieri quando a 33 anni ho appeso gli scarpini al chiodo. La prima esperienza è stata in 3a categoria con il Club 81 di Pescia, con il quale sono stato altri due anni conseguendo una promozione in 2a categoria. Successivamente dopo una breve collaborazione alla Vergine dei Pini, squadra di 2a categoria di Monsummano,  sono approdato a Larciano in Eccellenza, poi a Montecatini, Monsummano e Candeglia tutte in Promozione, intervallate da varie squadre di 1 e 2 categoria come Cerbaia, Cintolese, Margine Coperta, Marliananievole, Amici miei di Agliana per poi approdare ormai 6 anni orsono alla Beretti della Pistoiese dove sono rimasto 6 anni ricoprendo anche il ruolo di Team Manager. Alla Pistoiese nasce la collaborazione con il settore femminile dove negli 2 anni ho svolto il ruolo di preparatore dei portieri della prima squadra.”

“Ho giocato come portiere fino a 32 anni con esperienze importanti nei settori giovanili di alcune rinomate scuole calcio di Milano e provincia da cui provengo. Trasferito in Toscana ho militato a Ponte Buggianese.”

“Non è la prima esperienza assoluta come Team Manager poiché ho rivestito quel ruolo nella Berretti / Primavera della Pistoiese per 3 anni consecutivi, ovvio che la prima squadra femminile del Pontedera si presenta per me come il proseguimento eccelso di un percorso sportivo che ormai dura da qualche decennio, sono ormai più vicino ai 60 anni che ai 50. Il doppio incarico non lo vivo come un peso perché la passione che tanti di noi hanno verso questo sport fa sì che le responsabilità, la fatica, le vittorie, le sconfitte e quant’altro ti dà il campo sono motivi di evasione dalla vita di tutti i giorni, ma allo stesso tempo parte integrante della vita stessa per socialità, convivenza, motivazione e specialmente divertimento, se non fosse così non sarei qui.”

“La chiamata del Pontedera è stata una sorpresa ma non troppo. Da tanti anni che sono nel calcio toscano, una piccola finestrella di visibilità penso di essermela ritagliata e quando è arrivata la telefonata del DS Basili non ho avuto esitazioni ad incontrarlo per conoscere il progetto. Devo ammettere che già dopo appena il primo incontro ho sentito sintonia e senza indugiare una stretta di mano ha sancito questo sodalizio che spero duri nel tempo.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *