News

Parma, Ulderici: “Dobbiamo tutti farci un’esame di coscienza, mi aspettavo molto di più”

25 Settembre 2022 - 17:35


Pesante sconfitta per il Parma Femminile, che nella sfida del Tardini contro il Milan cade col netto risultato di 4-0. Un risultato e una prestazione che il tecnico delle crociate Fabio Ulderici ha commentato cosi ai canali ufficiali del club:

“Faccio intanto i complimenti al Milan, sapevamo di affrontare una squadra forte, fisica e di qualità formata da diverse Nazionali che lotterà per l’alta classifica. Hanno meritato di vincere facendo una grande partita. Noi ci abbiamo messo del nostro e nel primo tempo si è faticato parecchio. Ci è mancata un po’ di qualità in fase di possesso e poi prendiamo dei gol brutti. Come il secondo arrivato su rimessa laterale. Sono molto arrabbiato per il rigore, sulla respinta non possono arrivare prima loro. Li non si tratta di tecnica e di tattica, ma di voglia. Questo è il grande passo in avanti che dobbiamo fare. Le energie che recupereremo le dovremo incanalare sulla maggiore attenzione, è un momento in cui dobbiamo parlare molto molto poco e lavorare molto di più”.

“È stata una settimana difficile, abbiamo giocato tre partite in sei giorni e la gara di Cesena ci ha comunque lasciato qualcosa. Ma non può essere una giustificazione perchè dobbiamo e possiamo fare molto molto di più. Abbiamo cercato in questi giorni di lavorare più sulla testa, sicuramente mi aspettavo molto di più. Dobbiamo tutti farci un’esame di coscienza, le partite le puoi perdere ma in maniera differente”.

“Il livello di questo campionato è molto molto alto. Anche se poi comunque con il nuovo format ci sarà una nuova fase in seguito che potrà riaprire tutto. Delle squadre che abbiamo affrontato l’Inter ha delle giocatrici soprattutto davanti che possono fare la differenza per capacità atletiche, la Fiorentina è partita molto bene dopo un’annata sofferta e questo Milan mi ha impressionato. Il nostro obiettivo? È di giocare per mantenere la categoria. Poi il desiderio come ho detto anche alle ragazze è di raggiungere il prima possibile l’obiettivo per poi fare il meglio possibile. Ma tutto questo cercando di proporre qualcosa in campo, giocando bene”.  


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *