News

Parma, Panico: “L’Inter gioca il calcio più bello assieme alla Roma, ma siamo pronti e cercheremo di fare una grandissima gara”

28 Novembre 2022 - 15:20


La decima giornata della Serie A si chiuderà stasera con il posticipo tra Parma Femminile ed Inter. La formazione crociata, dopo la beffa dell’ultimo turno con la Juve, va a caccia di punti contro la corazzata nerazzurra. Il tecnico Domenico Panico ha parlato cosi in vista del match del Tardini:

“E’ stata una settimana giusta e lunga, perché è strano giocare lunedì sera, dopo aver giocato nella settimana precedente il sabato, però ci siamo allenati bene, la squadra è pronta e cercheremo di fare una grandissima gara. L’ultima gara con la Juve? Noi sappiamo che dobbiamo crescere in tante cose, ma penso che ci abbia solo dato la consapevolezza dei nostri mezzi, perché abbiamo fatto una partita giusta, tosta, la squadra ha avuto carattere, siamo stati in gara fino al 96′ con una squadra che punta a vincere lo Scudetto e a cercare di andare avanti in Champions, quindi io non posso che essere soddisfatto. Io sono qui da tre settimane: il percorso precedente è da analizzare, ma lo prendo poco in considerazione, perché da quando sono arrivato la squadra si è mostrata, dal primo minuto, pronta ed attenta a rimettersi dal primo minuto in gioco”.

“La squadra sta lavorando bene, le ragazze si stanno impegnando, gli allenamenti sono giusti: ci sono da fare altre partite per entrare ancora nella condizione – sia mentale che fisica – migliore: sarà un altro test che ci farà capire a che punto stiamo e se il lavoro che stiamo facendo sta procedendo nel verso giusto”.

“C’è da fare una considerazione: penso che l’Inter, assieme alla Roma, sviluppi il gioco più bello del Campionato: è una squadra fortissima e che gioca benissimo a calcio di collettivo, con individualità. E’ una squadra che sa ricercare il gioco sia all’esterno che all’interno del campo, composta sia da calciatrici di una certa maturità ed esperienza, che di calciatrici molto giovani che si stanno mettendo in mostra. Quindi quello di domani è un test difficile per noi, come quello con la Juve, anche se ci sono differenze, perché la Juve gioca più con l’individuale, mentre l’Inter cerca di fare un calcio un po’ più di squadra: per noi avere una tenuta difensiva, l’atteggiamento giusto nell’arco dei 97′ sarà determinante perché non ci potremo permettere di fare errori…”

“Dobbiamo stare attenti, dal primo all’ultimo secondo: hanno delle calciatrici che possono svoltare la gara in ogni momento: hanno fantasiste, calciatrici di spessore dal punto di vista atletico, hanno dei difensori molto strutturati che quando vengono a saltare sulle palle inattive fanno male. Veramente c’è da prendere in considerazione tutto dell’Inter: ha pochissimi difetti e noi cercheremo di evidenziarli, ma dal punto di vista tecnico-tattico e dal punto di vista fisico, è sicuramente un top club e fino alla fine lotterà per un posto in Champions o, perché no? per vincere il Campionato…” 

“Non recuperiamo giocatrici, ma sta salendo la condizione di altre, anche chi è ai box sta migliorando e qualche calciatrice ha iniziato il percorso sul campo, correndo o utilizzando il pallone, quindi penso che per le prossime settimane la situazione possa ancora migliorare, però le ragazze che ho a disposizione stanno crescendo, anche dal punto di vista fisico, perché qualcuna di loro aveva giocato poco nelle precedenti partite e tutto fa parte del progetto e del percorso. Sappiamo che non abbiamo la rosa intera a disposizione: è una cosa che sappiamo da settimane, ma questo non ci deve mettere assolutamente nelle condizioni di pensare di fare cose diverse. Noi dobbiamo cercare di fare punti con le nostre qualità, con il nostro atteggiamento, con la nostra determinazione: poi alla fine se l’Inter sarà stata più brava di noi, le stringeremo la mano, facendo i complimenti, come è giusto che sia”.

“I nostri numeri devono cambiare: dobbiamo crescere sia in quello delle occasioni create che dei gol che dobbiamo assolutamente fare: ne va del percorso, del tempo e del lavoro che stiamo facendo tutti i giorni: non voglio essere ripetitivo, ma le ragazze, in ogni allenamento, danno il massimo; stiamo cercando di valorizzare l’intera rosa a disposizione con i numero che abbiamo e sono sicuro che i numeri cresceranno in positivo, perché l’atteggiamento è quello giusto…”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *