News

Motta a CH: “Ripartiremo dalla B senza proclami o pressioni, il club ha fatto bene a confermare Brutti

3 Luglio 2022 - 10:00


Seconda parte dell’intervista rilasciata da Giorgia Motta ai microfoni di CalcioHellas. L’ex bandiera gialloblù, oggi vice allenatrice di coach Brutti, ha parlato di come la squadra ripartirà nel prossimo campionato cadetto e del passaggio al professionismo. Queste le sue riflessioni:

“Dopo una stagione così e con tutto il lavoro che ho da fare in questo periodo faccio fatica a pensare già alla prossima stagione, ora ho bisogno di tirare un po’ il fiato. Sicuramente sarà un campionato diverso, ma conosco Veronica Brutti da quando avevamo quattordici anni e so che è una bravissima allenatrice, quindi credo che la società abbia fatto bene a confermarla.”

“Per come sono fatta io, credo che il Verona debba continuare a fare le cose nel modo migliore possibile, senza proclami o pressioni derivante dal “dover” essere promosse. Il livello della prossima Serie B sarà alto, quindi nessuno può presentarsi ai blocchi di partenza con la certezza di essere la favorita alla promozione. Siamo consapevoli di vestire la maglia di un club storico, ma bisogna solo lavorare al meglio, i risultati arriveranno di conseguenza.”

“Il professionismo? È da anni che lottiamo per questo importantissimo traguardo. Ci sono e ci saranno sicuramente delle difficoltà, ma penso fossero ampiamente state messe in preventivo. Il professionismo non è una questione di soldi, bensì di tutele: dopo che una ragazza ha giocato per vent’anni in Serie A, è giusto che qualcuno glielo riconosca. Chiaramente per le società è un impegno gravoso e saranno poche quelle che riusciranno a gestire questo cambiamento in modo agevole, ma come per ogni grande cambiamento c’è bisogno di tempo per metabolizzare prima di poter puntare ancora più in alto.”

TCF (2 – segue)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *