News

Mister Genovese si sfoga: “Emigrerò verso Paesi che sanno ancora cos’è la meritocrazia, l’Italia razzista verso chi è diverso”

25 Agosto 2022 - 13:45


Antonio Genovese, tecnico che negli anni passati ha collaborato con realtà importanti quali Empoli, Torres e Res Roma, ha condiviso un lungo sfogo attraverso i propri canali social denunciando una situazioni di razzismo italiano verso persone con disabilità. Queste le sue dichiarazioni:

Cerco qualcosa di nuovo, qualcosa che forse c’è o forse no, forse qui non c’è. Ringrazio la Pres (lei sa che sto parlando di lei, lei che mi voleva per collaborare nella nuova società in cui collabora), l’unica in Italia. Dalla A alla Promozione e Giovanili, il CV parla per me ma siamo un Paese razzista ed il razzismo in Italia non è solo per chi ha la pelle di diverso colore, ma chi viene ritenuto diverso. All’estero la scorsa estate il Manchester United, tre anni fa come Responsabile dell’Academy dell’Arsenal, poi col Covid ed il divieto di spostarsi saltò tutto, tutto ampiamente documentato. Non vorrei, ma credo che ormai in Italia per me non ci sia più posto ed allora quasi sicuramente emigrerò verso Paesi che sanno ancora cos’è la meritocrazia e mi vogliono, perché per me questo conta, essere voluto. In Italia solo belle parole, ma non contano le parole, quelle le porta via il vento, contano i fatti e ho scritto volutamente in inglese, visto che l’Italia sportiva mi ha rinnegato. Farò come Rossi con l’Ungheria andrò dove mi vogliono, con la consapevolezza che se giocatrici mi continuano a scrivere tanto incapace non sono”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *