News

Mantovani a ‘Il Dubbio’: “Saranno fatti investimenti per aumentare il pubblico sugli spalti, stiamo accompagnando i club nell’iscrizione ad A e B”

30 Giugno 2022 - 10:00


Seconda parte dell’interessante intervista concessa da Ludovica Mantovani sulle colonne del quotidiano Il Dubbio. La presidentessa della Divisione Femminile della FIGC ha parlato anche dell’importanza dell’implementazione di strutture dedicate al femminile, analizzando anche lo spigoloso tema dell’iscrizione ai campionati. Queste le sue considerazioni:

“Nel calcio femminile, per quanto riguarda i grandi eventi, abbiamo assistito a numeri impressionanti in questa stagione sportiva. Prendiamo, per esempio, il record registrato al Camp Nou di Barcellona, per la semifinale di Champions League, con più di novantamila spettatori. In Italia le infrastrutture, lo sappiamo, sono il nostro tallone d’Achille. La Serie A Femminile, così come i campionati Primavera Maschili, due realtà che associo perché hanno lo stesso tipo di normativa per quanto riguarda le deroghe riguardo alle dimensioni del terreno di gioco, avrebbero bisogno di strutture dedicate, di mini-stadi. Gli investimenti che saranno fatti andranno nella direzione di aumentare il pubblico sugli spalti.”

“Dopo un periodo lungo giocato a porte chiuse, a causa dell’emergenza sanitaria, stiamo ritrovando il pubblico negli stadi non solo per il campionato di Serie A, ma anche per quello cadetto. Qualche giorno fa si è disputata nel centro Coni di Tirrenia la Final Four del campionato Primavera. Un luogo di sport che accoglie le nostre nazionali giovanili per i raduni. All’evento, vista la capienza della struttura, hanno però potuto assistere dal vivo solo le famiglie, ma abbiamo ricevuto molte richieste di accredito e lo streaming in diretta ha raggiunto numeri importanti. È un grande segnale che ci indurrà a riflettere sulla scelta della location per l’anno prossimo.”

“In questi giorni sono aperte le pratiche di iscrizione dei club ai campionati. Stiamo accompagnando le squadre in questi passaggi, molti dei quali caratterizzati da vari adempimenti burocratici che quest’anno vedono molte novità per la Serie A. Con lo status da professioniste, la Figc, ad esempio, ha messo in atto una camera di compensazione. L’obiettivo è anche quello però di sostenere con altrettanto impegno la serie cadetta. Continueremo a dare il massimo sostegno alle sedici squadre che militano nel girone unico della Serie B e che affrontano un campionato che non deve distaccarsi troppo dal campionato di punta.”

“Un altro punto fermo è l’implementazione della comunicazione, a partire da quella social. Continueremo a raccontare le storie sul nostro mondo per far conoscere la nostra realtà, coinvolgendo sempre più partner che ci aiuteranno nell’obiettivo principale: raggiungere nel tempo una sostenibilità per tutto il sistema.”

TCF (2 – fine)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *