Lecce, Cazzato: “Soddisfatta del mio rendimento, lavoriamo per la B”


La sua rete è stata decisiva per la vittoria del Lecce Women nel derby pugliese contro l’Apulia Trani nell’ultimo turno di campionato. Sharon Cazzato, una delle protagoniste della formazione giallorossa che sta lottando per le posizioni di vertice del Girone D della Serie C, si è raccontata a CalcioLecce. Queste le sue riflessioni:

“Stiamo lavorando per puntare alla B, contro l’Apulia Trani abbiamo sprecato tanto e il punteggio (1-0 ndr) non rispecchia quanto si è prodotto sul terreno di gioco. In ogni caso, contava vincere e abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. A livello personale sono contenta, domenica ho raggiunto già il quinto gol. Il mio rendimento è ottimo, sono soddisfatta ma non mi voglio fermare. Cosa è cambiato rispetto agli altri anni? Gioco da titolare e l’allenatrice mi carica tantissimo”.

“Coach Indino? E’ tosta come mister, ma ci sta. Serve usare bastone e carota. In allenamento ci fa mantenere alta la concentrazione, si lavora tanto e bene. Non mancano comunque i momenti in cui si scherza. Il nostro gruppo è sano, c’è armonia nello spogliatoio. Le calciatrici provenienti dall’estero e da altre zone d’Italia si sono integrate benissimo”.

“Rispetto agli altri anni il livello si è alzato, la Serie C è molto più difficile, ma noi siamo migliorate un sacco. Le avversarie sono molto livellate, giochiamo alla pari anche con l’ultima in classifica. Così è stato a Crotone, anche se le calabresi sono ultime. Dopo un weekend di riposo, affronteremo la Ternana. Non dobbiamo guardare la graduatoria, si sono rinforzate molto rispetto alle prime battute e anche quello sarà un match tiratissimo”.

“Per me è un onore giocare con la maglia numero 10 del Lecce. Sono qui da quando ho 13 anni. I miei modelli? Nel calcio maschile ammiro molto Insigne, cerco di emulare il suo stile di gioco. Nel femminile, invece, il mio mito è Bonansea. L’altro giorno ha fatto un gol simile al mio”.