Le pagelle di TCF – Napoli: Arnadottir super, prova di sacrificio di Nocchi


Ecco anche le pagelle del Napoli, che conquista un pareggio importante in casa dell’Inter.

NAPOLI

TASSELLI 6,5: poco impegnata ma garantisce sempre sicurezza al proprio reparto

ARNADOTTIR 7,5: partita perfetta in cui risalta la scelta di tempo nelle entrate sulle avversarie ed un bell’ affiatamento con le compagne di reparto

HUYNH 7-: non permette alle avversarie che pochi palloni giocabili

CAFFERATA 6,5: buona partita difensiva iniziata con alcune difficoltà sulla marcatura della vivacissima Marinelli

HJOHLMAN 6,5: la sua esperienza e tecnica consentono alla squadra di rifiatare e salire il proprio baricentro di gioco

OLIVIERO 6: si dedica alla difesa con abnegazione anche se poco appariscente

BEIL 6: garantisce un buon filtro e copertura a centrocampo

NOCCHI 6-: partita di sacrificio culminata con una occasione dal limite che poteva essere sfruttata meglio

ERRICO 6-: molto dinamismo in un centrocampo che soprattutto nel primo tempo ha cercato solo di ostacolare le avanzate delle avversarie

HUCHET 6,5: buon inizio di partita in cui cerca di far ripartire le azioni dalla difesa, nel secondo tempo spazia più in avanti con alcune buone incursioni

POPADINOVA 6: molto vivace e veloce, garantisce dinamismo all’attacco anche se spreca nel primo tempo una buona occasione davanti al portiere

RIJSDIJK 6: trenta minuti in cui riesce a farsi notare soprattutto per alcune buone chiusure sui piazzati difensivi

PEDERSEN 6: si inserisce bene e garantisce grinta e vivacità

DI MARINO 6+: solo venti minuti ma si mette in luce per la grinta che trasmette a tutta la difesa

KUBASSOVA SV

All. PISTOLESI 6,5: squadra ben messa in campo che a dispetto della classifica gioca alla pari della sua avversaria e riesce a creare alcune clamorose occasioni da gol. La sua squadra alterna un primo tempo in cui la propria difesa salta completamente i rifornimenti al proprio centrocampo ad un secondo tempo in cui alza il baricentro del gioco che mette in difficoltà l’Inter.

Gabriele Ceccarelli