News

Lazio, successo e vetta della classifica raggiunta: San Marino battuto 3-0

17 Ottobre 2022 - 13:05


Sconfitta amara per la San Marino Academy, che cade sul campo della Lazio col risultato di 3-0. Le capitoline stendono le Titane coi gol delle attaccanti Deppy, Visentin e Fuhlendorff, conquistando la vetta della classifica della Serie B. La squadra di coach Domenichetti invece non riesce invece a ottenere punti dopo la vittoria maturata nell’ultimo turno. Questa la cronaca del match condivisa dai canali ufficiali del club romagnolo:

“Dopo la sosta le Titane tornano in trasferta e Giulia Domenichetti torna al 4-3-3. In difesa ritrova la titolarità Giulia Montalti, a centrocampo c’è l’esordio dal 1’ di Gaia Bolognini, mentre in attacco Marengoni e Papaleo agiscono ai lati di Barbieri. La Lazio, che si presenta all’appuntamento di Formello da vicecapolista della Serie B, cerca subito di mettere all’angolo le ospiti. Le prime sfuriate biancocelesti producono però pochissimo in termini di occasioni da gol. Al 7’ c’è una chance potenziale per Visentin, fortunata in un rimpallo che per un attimo le dà la possibilità di battere a rete: quell’attimo però viene sfruttato da Simona Zito per mettere un rattoppo provvidenziale. Il gioco non accenna a decollare e così per assistere ad un altro tentativo degno di nota bisogna attendere il 21’, e non nasce da un’azione costruita: Colombo cerca fortuna dalla distanza con un destro forte ma alto. Noemi Visentin prova ad accendersi qualche minuto dopo: la talentuosa attaccante di casa entra in area dal lato corto, punta Zito e sforna un sinistro improvviso che non sorprende Olivieri. La San Marino Academy nel complesso controlla bene, anche se fatica a proporsi in avanti. Lo fa progressivamente dopo la mezz’ora di gioco. La risalita biancoazzurra porta Barbieri al primo tiro in porta al minuto 34’: la bomber torinese è abile a girarsi all’altezza della lunetta, ma il suo sinistro risulta senza veleno. Ancora Barbieri sotto i riflettori al 37’: è lei a condurre una lenta ripartenza ospite che viene conclusa dalla stessa 45 con un destro da fuori area. Lo spazio per quel tipo di soluzione c’era, ma anche stavolta manca mordente al tiro. La Lazio si rivede su angolo: Pittaccio prova ad avvitarsi sul primo palo, Olivieri para. Sul ribaltamento di fronte , Bolognini si ritaglia lo spazio per tentare il mancino da fuori: la potenza c’è, la precisione meno. Al 41’ Domenichetti è costretta ad un doppio cambio: dentro Tamburini ed Abouziane per Papaleo e Bertolotti. Nei 2’ di recupero, la San Marino Academy sfiora il colpaccio proprio con una delle nuove entrate, Tamburini, servita a centro area da Brambilla ma suo malgrado ostacolata dalla compagna di reparto Barbieri, determinata a sua volta a sfruttare il traversone proveniente dalla corsia destra. Nella ripresa le Titane partono subito con un buon piglio, costruendo una lunga azione d’attacco che viene conclusa da Bolognini con un mancino dal limite: buona la coordinazione della centrocampista umbra, ma tiro centrale. La Lazio però non si fa impressionare. Anzi cresce decisamente. Al 53’ le padrone di casa conquistano una punizione dal lato corto dell’area: la palla viene scodellata al centro e Abouziane, nel tentativo di liberare, colpisce al piede Visentin, rapida e scaltra nell’anticipo. Rigore evidente che Chatzinikolaou batte con freddezza: palla da una parte, Olivieri dall’altra. Il gol dà nuova linfa alle padrone di casa, che tornano subito pericolose con la stessa autrice del gol, rapida a girare in porta il cross di Colombo ma fermata da Ladu, che con il corpo protegge la porta all’altezza del primo palo. Dall’angolo che ne consegue, la stessa Chatzinikolaou ci prova con una spettacolare rovesciata: applausi dalla tribuna del centro sportivo Formello, ma tiro senza angolo e parata faciledi Olivieri. La squadra di Catini non rinuncia alla rete del 2-0, trovata al 63’ sull’asse Fuhlendorff – Visentin: la centrocampista lancia con i tempi giusti l’attaccante, che scappa in campo aperto ed appena entrata in area sfodera una rasoiata mancina di estrema precisione: palla all’angolino e nulla da fare per Olivieri. Intanto Domenichetti richiama Bolognini per Accornero; poi viene il momento di Prinzivalli e Micciarelli per Ladu e Marengoni. Suo malgrado, Prinzivalli impiega una manciata di secondi per entrare in un episodio saliente della gara: Pittaccio entra in area e cade a contatto con la 31 ospite. Per l’arbitro il contatto vale il secondo rigore di giornata. In campo non c’è più Chatzinikolaou, richiamata per Jansen, una delle quattro ex nella rosa biancoceleste. Così dal dischetto va Fuhlendorff, che sceglie l’angolino alla sua destra, lo stesso scelto anche da Olivieri, che in tuffo nega alla Lazio la gioia del 3-0. Anzi, dall’altra parte le Titane avvicinano la rete accorcia-distanze con Barbieri, la cui incornata su cross di Abouziane si spegne di poco a lato. Un episodio molto simile accade pochissimi minuti dopo: stavolta è Accornero a servire in area Barbieri, che di nuovo usa la testa per cercare il 2-1, mancando il bersaglio di un nulla. Nel finale la Lazio mette il sigillo sulla vittoria – e relativo aggancio al Napoli in vetta – con Fuhlendorff, che cancella l’errore dal dischetto con un mancino in area di chirurgica precisione”.

LAZIO WOMEN-SAN MARINO ACADEMY 3-0

RETI: 54’ rig. Chatzinikolaou, 63’ Visentin, 90+2’ Fuhlendorff

LAZIO WOMEN [4-3-1-2] Guidi; Pittaccio, Falloni, Kakampouki, Toniolo; Colombo, Eriksen (dal 55’ Pezzotti), Castiello; Proietti (dal 55’ Fuhlendorff), Chatzinikolaou (dal 72’ Jansen), Visentin (dal 90’ Palombi) A disposizione: Natalucci, Khellas, Groff, Musolino, Vecchione Allenatore: Massimiliano Catini

SAN MARINO ACADEMY [4-3-3] Olivieri; Montalti, Zito, Gallina, Ladu (dal 72’ Micciarelli) ; Bertolotti (dal 41’ Abouziane), Brambilla, Bolognini (dal 65’ Accornero); Papaleo (dal 41’ Tamburini), Barbieri, Marengoni (dal 72’ Prinzivalli) A disposizione: Montanari, Menin, Larenza, Desiati Allenatore: Giulia Domenichetti

Arbitro: Antonio Liotta di Castellammare di Stabia Assistenti: Francesco Longobardi e Davide Eliso di Castellammare di Stabia
Ammoniti: Pezzotti, Brambilla, Micciarelli, Gallina
Note: al 75’ Olivieri para un rigore a Fuhlendorff

TCF

©FSGC


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *