L’analisi di TCF – San Marino Academy, outsider della Coppa Italia


Cenerentola di questa Coppa Italia femminile di certo la San Marino Academy, che sabato alle 14:30 dovrà vedersela nel doppio impegno con la Roma, per i quarti di finale della competizione. Una San Marino che, nel turno precedente, è riuscito a far fuori una compagine ben più quotata e di rango superiore, quale l’Hellas Verona, gravante in un momento di forma comunque tutt’altro che semplice.

La squadra sammarinese ha dimostrato in questa stagione di essere una vera outsider della realtà femminile. Attualmente milita in Serie cadetta e si trova in terza posizione, solamente a quattro lunghezze dal Napoli capolista. Rendimento in leggero calo per le ragazze di Alain Conte che negli ultimi due impegni di campionato hanno perso importanti scontri diretti, contro Napoli e Lazio. Tuttavia le ragazze continuano a mantenere uno spirito solido e un animo tenace, frutto di una dirigenza che ha costruito la squadra in maniera oculata, cercando fin da subito una doppia promozione.

L’impegno contro la Roma, soprattutto sui 180 minuti è oltremodo complesso. Come riportato da mister Pistolesi, tecnico dell’Empoli nell’esclusiva alla nostra redazione, in una gara singola si può fare affidamento anche a sporadici episodi che fanno prevalere la squadra sfavorita. Sulle due sfide però le qualità di gioco individuali escono maggiormente, con la squadra tecnicamente più forte che senza dubbio dovrebbe riuscire, nella maggior parte delle ipotesi, a prevalere su quella di caratura inferiore. Nell’arsenale di mister Conte però, si può facilmente trovare la presenza di calciatrici che ben poco hanno a che fare con un livello di Serie B, autrici per ora di un campionato egregio. È questo il caso di Raffaella Barbieri, che in 12 presenze è già riuscita a siglare ben 13 reti e 4 assist. Autentico faro offensivo della rosa che però, in zona avanzata, può essere oltremodo agevolata dalla presenza di Greta di Luzio e Yesica Menin.

A fermare la scatenata Lindsey Thomas, autrice di quattro reti negli ultimi cinque incontri capitolini, dovrebbe pensarci il duo composto da Giulia Montalti e Alessia Venturini, calciatrici cresciute sportivamente proprio nel San Marino e protagoniste già della cavalcata che ha portato la squadra, nella passata stagione, ad una promozione in Serie B. Per fare affidamento invece a valide geometrie di gioco, il nome selezionato sarà probabilmente quello di Viola Brambilla, una delle giocatrici più utilizzare dal mister della formazione sammarinese.

Una sfida che alla vigilia pare davvero di esito scontato, ma che potrebbe davvero regalare soprese nuove, perché anche una Cenerentola qualsiasi può diventare in poco tempo una principessa con tacchetti e calzettoni, basta solamente credere nell’arrivo di un principe bianco, che in questo caso ha più le fattezze di una Dea bendata.

Pierfrancesco Modica

(Credit Foto: FSGC)