L’analisi di TCF – La Juventus ha già vinto il campionato?


A questo punto del campionato, appare logico domandarsi se effettivamente la Juventus abbia già vinto il campionato. La squadra di Rita Guarino staziona attualmente in prima posizione, a più otto punti da Milan e Fiorentina seconde. Su tredici incontri disponibili, le bianconere ne hanno vinti dodici, pareggiando solamente lo scontro diretto contro il Milan. Una partita comunque rocambolesca, in cui la squadra torinese era passata per due volte in vantaggio ma si è vista negare i tre punti solamente al 93’ grazie alla rete di Francesca Vitale.

Considerando anche il girone d’andata, la Juventus può davvero perdere questa competizione? La fredda razionalità difficilmente presuppone che la squadra riesca a perdere il campionato. Otto punti di vantaggio già di per sé dovrebbero essere un comodo cuscinetto. Oltretutto si fatica davvero a pensare che le bianconere vengano sconfitte almeno in due occasioni. Con Sassuolo ed Empoli, la squadra ha dimostrato che pur quando non esprime il solito gioco verticale, fatto di veloci cambi di gioco e continui tocchi di prima, presenta comunque delle individualità che riescono a risolvere il match.

Oltretutto la Vecchia Signora ad oggi è sia la miglior difesa che il miglior attacco del torneo. Un risultato acquisito tramite una serie di lavoro al dettaglio assai minuzioso, in cui niente viene lasciato al caso. Si dovrebbe entrare nell’ottica che la squadra dovrebbe perdere qualche scontro diretto, ma analizzando sempre il girone di andata, la squadra ha sì pareggiato con il Milan, ma mai passando in svantaggio ed affrontando l’incontro sempre in situazione favorevole. Contro la Fiorentina la squadra si è imposta per 1-0, ma storicamente, eccezion fatta per la Supercoppa della scorsa stagione, i match con le toscane propendono sempre dalla parte bianconera.

Reboante invece l’imposizione di forza contro la Roma, per 4-0. Un campionato che la squadra può solamente perdere, ma in fondo si tratta della Juventus. Fino alla fine le ragazze non molleranno un centimetro. Una filosofia, una forma mentis, eternamente presente nelle menti della società e delle proprie ragazze. Oramai, in campionato, si resta da giocare solamente l’arrivo al secondo posto, posizionamento valido per una qualificazione in Champions League.

Pierfrancesco Modica