News

La piccola Carol e Ciro Immobile ci ricordano perché amiamo questo sport

20 Ottobre 2022 - 18:15


Nelle scorse sere, al popolare programma televisivo ‘Le Iene‘, è andato in onda un servizio che è subito diventato virale: è la storia di Carol, una ragazzina di sette anni amante del calcio e tifosissima della Lazio.

La bambina ci sa evidentemente fare con il pallone, e non si perde una partita della sua squadra del cuore, anche allo stadio: il suo idolo è Ciro Immobile, capitano biancoceleste e tra i migliori marcatori all-time della Serie A maschile.

Avendo dovuto iscriversi alla Scuola Calcio della Roma, acerrima rivale della Lazio, Carol decide di scrivere una lettera di scuse proprio a Immobile: quello che non sa è che, tramite ‘Le Iene’, il capitano degli aquilotti si materializzerà in carne e ossa davanti a lei.

La passione che nutre Carol per questo sport non può che risvegliare profone emozioni per chi è cresciuto con il sogno di affermarsi nel mondo del calcio: pallone tra i piedi e tuta della sua squadra del cuore addosso, la bambina non si stacca mai dal suo mazzetto di figurine, che tiene in mano per tutta la durata del servizio come una reliquia.

La reazione della ragazzina nel momento dell’incontro con Immobile (da sottolineare la grande disponibilità e gentilezza del campione di Torre Annuziata) ci ricordano perché amiamo questo sport, dagli occhi spalancati al sorriso che compare sul suo volto, tutto ci fa capire come Carol abbia realizzato il sogno di incontrare il suo eroe di persona. E ci ricorda l’importanza sociale del calcio, ancora in grado di fare breccia e scaldare i cuori dei più giovani, sianno essi femmine o maschi.

TCF


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *