News

La 7a di Serie A: la Viola e la Roma volano in vetta, il Sassuolo stoppa l’Inter

23 Ottobre 2022 - 18:30


Nei posticipi della 7ª giornata di Serie A Tim Roma e Fiorentina vincono con Como e Sampdoria, l’Inter pareggia in casa del Sassuolo e cede il primo posto in classifica a giallorosse e viola. Nel lunch match domenicale del “Tre Fontane” passa la Roma di Spugna, che dopo essersi aggiudicata 1-0 l’esordio nella fase a gironi di Women’s Champions League con lo Slavia Praga, si ripete dopo tre giorni in campionato con lo stesso risultato e la stessa marcatrice: Valentina Giacinti. Sul campo delle capitoline la prima chance per il vantaggio è di Glionna al minuto 12: Lipman perde palla nel contrasto con Andressa, l’attaccante calcia potente e sfiora la traversa. Al 22’ però si fa vedere anche il Como con Beccari, che raccoglie il suggerimento al tiro di Kubassova e costringe Lind a deviare in calcio d’angolo un’insidiosa conclusione nello specchio. Le padrone di casa conducono il match ma le ospiti difendono con ordine e al termine del primo tempo si resta sullo 0-0. A inizio ripresa doppia occasione per la squadra di Spugna: destro di Serturini che Beretta intercetta e indirizza sul palo, Làzaro si avventa sul pallone di ritorno ma il portiere classe 2003 con un altro intervento strepitoso nega il gol alla spagnola, a digiuno da sette presenze nel massimo campionato. Poco dopo proprio Serturini e Làzaro lasciano il posto a Haavi e Giacinti. La numero nove giallorossa entra bene in partita e la prima conclusione termina di poco alta. Nei minuti successivi ci provano anche Giugliano (destro neutralizzato dal portiere lariano) e la subentrata Haavi (questa volta è Beil a salvare sulla linea il tentativo della norvegese). Il pressing delle capitoline però funziona e al 72’ si traduce nel gol vittoria: passaggio rasoterra di Glionna dalla destra, Giacinti raccoglie e fulmina Beretta tra i pali. Quinto sigillo in Serie A con la maglia della Roma per l’attaccante azzurra, che diventa inoltre solo la seconda giocatrice a realizzare almeno cinque reti nelle prime sette partite stagionali del club giallorosso nel torneo – la prima è stata Paloma Làzaro, che ne totalizzò sei nelle prime sette nel 20/21. All’85’ il Tre Fontane celebra il ritorno in campo di Ciccotti, assente da mesi per infortunio, e proprio lei in pieno recupero sfiora la rete del raddoppio. Al triplice fischio il punteggio resta però invariato: 1-0 per la Roma, che grazie al successo di oggi e al mezzo passo falso dell’Inter si prende con la Fiorentina il primato in classifica ai danni delle nerazzurre, prossime avversarie in campionato.

Arriva infatti, nel settimo turno di Serie A Tim, il secondo pareggio della squadra di Rita Guarino nella competizione in corso. Ma rispetto al 3-3 sul campo della Juventus, quello maturato al “Ricci” contro l’ultima in classifica ha un sapore più amaro. In casa delle neroverdi la prima frazione di gara, fatta eccezione per la clamorosa occasione di van der Gragt al 21’ (colpo di testa terminato sulla traversa) e per qualche fiammata offensiva di Karchouni da una parte e Monterubbiano dall’altra, è governata da un discreto equilibrio, con le nerazzurre che tengono le redini del gioco e le padrone di casa che attendono. A inizio secondo tempo Guarino opera due cambi: fuori Polli e l’ammonita Karchouni, dentro Csiszàr e Bonetti. Proprio da un calcio d’angolo della 10 nerazzurra nasce la prima occasione delle lombarde per portarsi avanti, ma dopo il flipper nell’area piccola l’ex Mihashi calcia alto. Al 59’ sbaglia invece Simonetti, che sul suggerimento di Njoya non inquadra lo specchio da posizione invitantissima. Due minuti più tardi, invece, a centrare la porta dall’altra parte del campo è Tomaselli: punizione pennellata dalla trequarti da Pondini e incornata vincente della classe 2001, che era già andata a bersaglio contro le nerazzurre nel torneo nell’agosto 2020, anche in quel caso di testa. La formazione di Piovani, a caccia della prima vittoria nel campionato in corso, sfrutta il buon momento in fase offensiva ma non riesce ad affondare il colpo, permettendo alle avversarie di guadagnare metri. La prima occasione per il pari è al minuto 69: passante di Chawinga per la subentrata Marinelli, che calcia in porta ma trova una colossale Philtjens a respingere sulla linea di porta. Negli ultimi 20’ è assedio Inter: colpo di testa di Bonetti fuori di pochissimo e altre due traverse: una di Njoya e l’altra di Chawinga; ma proprio l’attaccante malawiana, al fotofinish, mette il sigillo. Cross rasoterra di Marinelli che taglia tutta l’area di rigore e tap-in vincente della classe ’96. Un punto che costa all’Inter il primato in classifica, ma che permette anche alle nerazzurre di rimanere l’unica formazione ancora imbattuta nella competizione in corso.

Continua infine il momento positivo per la Fiorentina di Panico che, nell’altra sfida pomeridiana, andata in scena al “Torrini” contro la Sampdoria dell’ex Cincotta, va sotto nel primo tempo ma ribalta tutto nella ripresa, guadagnando il sesto successo stagionale e il primato con la Roma. Sul campo della Viola al 14’ il parziale lo sblocca Gago, che con un sinistro preciso sfrutta il filtrante chirurgico di Regazzoli, battendo Schroffenegger tra i pali. Le padrone di casa provano a rimettere tutto in equilibrio prima con Kajan, che sbaglia la misura di un pallonetto, e poi con Johansdottir, che si scontra con un’attenta Tampieri tra i pali. A inizio ripresa il portiere blucerchiato è ancora protagonista, questa volta su Monnecchi, ma il pareggio delle toscane è nell’aria e si concretizza al minuto 71: cross di Kajan dalla fascia destra e stacco perfetto di Boquete, che firma l’1-1. Le liguri accusano il colpo e dopo meno di un minuto l’uno due fulmineo delle viola vale la rimonta: ancora Boquete nell’azione del gol, ma in questo caso la spagnola combina con Mijatovic e proprio alla serba serve l’assist del 2-1, frutto di un agile tap-in davanti alla porta. Nel finale Longo sfiora il tris ma Tampieri glielo nega; poco male per le toscane, che al triplice fischio festeggiano comunque non solo la vittoria, ma anche il sorpasso sull’Inter, che le porta in testa al campionato a 18 punti insieme alla Roma a +1 sulle nerazzurre, impegnate nell’8ª giornata proprio contro le giallorosse.

Risultato dei posticipi della 7ª giornata di Serie A Tim 2022/23

Roma-Como Women 1-0
72’ Giacinti (R)

Fiorentina-Sampdoria 2-1
14’ Gago (S), 71’ Boquete (F), 72’ Mijatovic (F)

Sassuolo-Inter 1-1
61’ Tomaselli (S), 90’+2’ Chawinga (I)

Parma-Pomigliano 1-3 (giocata ieri)
Milan-Juventus 4-3 (giocata ieri)

Programma dell’8ª giornata di Serie A Tim 2022-23
Sabato 29 e domenica 30 ottobre

Inter-Roma
Pomigliano-Milan
Juventus-Fiorentina
Como Women-Sassuolo
Sampdoria-Parma

TCF

(Fonte Figc)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *