News

La 6° di Serie A: Juve poker alla Samp, Bartoli lancia la Roma al 92′

16 Ottobre 2022 - 18:30


I posticipi della 6ª giornata di Serie A Tim si chiudono con i successi di Roma e Juventus. Giallorosse e bianconere collezionano la quinta e quarta vittoria nel torneo in corso ai danni di Sassuolo e Sampdoria. Nel lunch match del “Ricci” tra Sassuolo e Roma, le padrone di casa, ultime in classifica a un punto insieme al Pomigliano, si trovano a difendere già nelle prime fasi di gioco: le giallorosse partono infatti molto aggressive e dopo una prima chance non sfruttata da Làzaro guadagnano tre corner nell’arco di 10’. Ci provano, nel primo quarto d’ora, anche Serturini e Giacinti, ma senza andare a segno. Al 18’ arriva il primo tentativo per le neroverdi con Philtjens, ma la distanza dalla porta è considerevole e per Ceasar tra i pali non ci sono problemi. Poco dopo invece è Goldoni a rendersi pericolosa: spunto rapido per vie centrali e trattenuta irregolare di Wenninger, che le costa l’ammonizione. Dopo le due fiammate per la formazione emiliana ci prova ancora la squadra di Spugna, ma né Greggi, né Làzaro né Serturini si distinguono per precisione e al termine del primo tempo il punteggio rimane in perfetto equilibrio.

Nella ripresa il tecnico giallorosso effettua tre cambi: Andressa per Cinotti, Haug per Làzaro e Glionna per Serturini. Proprio Glionna dà subito l’impressione di essere incontenibile sulla destra, ma dalla parte opposta si fa vedere anche Monterubbiano, che al 53’, pur non trovando la porta da un’ottima posizione, è una delle più propositive tra le neroverdi e in generale. Col trascorrere del tempo le capitoline alzano il baricentro e aumentano il pressing, anche se Filangeri e Nowak in fase difensiva sembrano togliere alle avversarie gli spazi per agire negli ultimi metri. La Roma insiste e il Sassuolo alla fine – che non sfrutta nemmeno l’occasione con Goldoni al 61’ – incassa il gol in pieno recupero: Bartoli fa suo un pallone in mezzo all’area e calcia di prima intenzione, Kresche ci arriva ma non trattiene e le giallorosse festeggiano i tre punti. Una vittoria di fondamentale importanza per le capitoline, che oltre ad aver registrato il loro migliore avvio stagionale in Serie A (mai avevano raccolto 15 punti nelle prime sei partite disputate) tengono il passo della Fiorentina, con cui condividono il secondo posto in classifica a -1 dall’Inter.

A meno due dalla vetta resta sempre la Juventus, che cala il poker in casa della Sampdoria e centra il quarto successo in questa Serie A Tim. Al “Tre Campanili” sono le liguri a partire meglio, con Gago che – lanciata da Rincòn, trova la porta ma anche una provvidenziale Peyraud-Magnin a negarle il gol del vantaggio. Poco dopo la chance dell’1-0 è di Nildén, ma il suo piattone destro si schianta sull’incrocio dei pali. Palo, all’11’ anche per Gago, dopo aver superato il portiere rivale. Gago è la più pericolosa e al 16’ è ancora lei a impaurire le bianconere: passaggio perfetto di Tarenzi e pallonetto fuori di pochissimo. Nel corso del primo tempo la sua connazionale Peyraud-Magnin si rende protagonista di altri due salvataggi preziosissimi: il primo su De Rita, il secondo su un cross velenosissimo di Seghir. Al 40’ però è la Juventus a portarsi avanti: palla impeccabile di Caruso in profondità e sinistro chirurgico di Nildén, che punisce Odden tra i pali.

Le blucerchiate accusano il colpo e dopo quattro minuti incassano il secondo gol: bel passaggio di Gama per Nildén, cross basso della svedese e destro perfetto di Bonansea che scavalca il portiere avversario. L’attaccante festeggia una rete che in campionato mancava dallo scorso maggio ma soprattutto il 50° sigillo in Serie A con la maglia della Juventus. Nella ripresa la Samp di Cincotta non sembra avere la forza per riaprire il match e le poche incursioni sulla trequarti bianconera non nascondono particolari insidie. Al contrario le Campionesse d’Italia in carica aumentano i giri, realizzando altre due reti: la prima, al minuto 77, la firma l’MVP del match Nildén, che chiuderà i 90’ con la sua prima marcatura multipla nel massimo campionato italiano e un assist; la seconda invece, all’81’, la realizza Cantore (subentrata a Girelli al 69’) con un pallonetto dopo un’iniziale respinta di Odden. Termina 4-0 per la Juventus al “Tre Campanili”: quarto successo in sei gare per le bianconere, terza sconfitta invece (e consecutiva) per la Sampdoria, dopo tre successi nelle prime tre sfide della competizione in corso.

Risultato dei posticipi della 6ª giornata di Serie A Tim 2022/23

Sassuolo-Roma 0-1
90’+2’ Bartoli (R)

Sampdoria-Juventus 0-4
40’ Nildén (J), 44’ Bonansea (J), 77’ Nildén (J), 81’ Cantore (J)

Inter-Milan 4-0 (giocata ieri)
Pomigliano-Fiorentina 0-1 (giocata ieri)
Como Women-Parma 4-1 (giocata ieri)

Programma della 7ª giornata di Serie A Tim 2022-23
Sabato 22 e domenica 23 ottobre

Parma-Pomigliano
Milan-Juventus
Roma-Como Women
Fiorentina-Sampdoria
Sassuolo-Inter

TCF

(Fonte Figc)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *