News

La 4a di Serie A: la Roma rimonta la Viola, Juve pari col Sassuolo, poker Milan

24 Settembre 2022 - 18:30


Brilla la Roma di Spugna nel sabato della 4ª giornata di Serie A Tim. Le giallorosse dopo un primo tempo leggermente sottotono (complice anche l’impegno settimanale in Women Champions League), nella ripresa ribaltano il vantaggio della Fiorentina al Tre Fontane e conquistano tre punti che le proiettano momentaneamente in vetta alla classifica. Nel primo tempo, prima della mezz’ora di gioco, il gol del vantaggio della Fiorentina realizzato da Catena, non fa crollare la Roma che nella ripresa, anche con i cambi giusti operati da Spugna, riesce a rimontare e a chiudere la gara con un 2-1. Le due reti giallorosse portano le firme di Haug e Giacinti, la prima al 54′ di testa, la seconda al 75′ con una bella girata e un tiro di prima intenzione della numero 9. Haug finora ha segnato 5 gol in Serie A, tutti nei secondi tempi (l’ultimo risaliva allo scorso 14 maggio nel derby contro la Lazio); Giacinti invece si conferma ‘bestia nera’ della Fiorentina, visto che la Viola è la prima squadra contro cui l’attaccante ha segnato con quattro maglie diverse in Serie A (Atalanta Mozzanica, Brescia, Milan e Roma). La Roma inoltre ha vinto 10 delle ultime 11 partite casalinghe in Serie A realizzando 35 gol nel periodo, con una media di 3.2 a match. Aggancio alla Fiorentina e momentaneo primo posto in classifica per la squadra di Spugna dunque, in attesa della Sampdoria che domenica è impegnata nel big match casalingo contro l’Inter.

Il Milan invece trova il suo secondo successo consecutivo in Serie A (non accadeva dallo scorso maggio), battendo 4-0 il Parma in trasferta. Le rossonere di Ganz partono subito forte prima con un tiro-cross di Thrige respinto da Capelletti e un minuto dopo con Dubcova che gonfia la rete avversaria, prima che la rete venga però annullata per fuorigioco. Al 15′ Bergamaschi impegna ancora Capelletti, autrice di una grande parata sul colpo di testa dell’avversaria, ma poi al 16′ non sbaglia. Parte tutto da un tiro di Adami dai 25 metri che colpisce la traversa e proprio Bergamaschi si fa trovare pronta sulla ribattuta e porta in vantaggio il Milan. Il Parma fa fatica ad uscire e le rossonere provano a tenere il pallino del gioco e a cercare il gol del raddoppio che arriva al 36′ con Asllani: tiro a giro imprendibile ed è 2-0 rossonero, risultato con il quale si chiude il primo tempo. La seconda frazione si riapre con il tris rossonero: fallo di Pirone su Thomas ed è calcio di rigore per la squadra di Ganz. Proprio Thomas va dal dischetto, Capelletti para in un primo momento ma sulla ribattuta di Thrige non può nulla. Il Parma sotto di tre gol prova a reagire ma dall’altro lato trova una Giuliani impeccabile, che al 53′ si distingue in un triplo intervento a protezione dei suoi pali. La gara sembra non finire mai e al 79′ il Milan cala il poker con Dubcova che di testa trova il suo primo gol con la sua nuova maglia. Con questa sconfitta il Parma resta fermo a quota 3 punti in classifica mentre il Milan sale a quota sei e al quinto posto.

La 4ª giornata di Serie A Tim però si era aperta allo Stadio Comunale Enzo Ricci con il pareggio tra Sassuolo e Juventus che diventa il primo della storia in Serie A tra le due squadre. Nel primo tempo è la squadra di Montemurro a partire subito forte con Girelli che dopo nemmeno un quarto d’ora di gioco prova la conclusione con un tiro a giro che però si spegne sul fondo. Il gol tuttavia è nell’aria per la numero 10 bianconera, che al 21′ ha una nuova occasione e stavolta non sbaglia: corner di Cernoia, Girelli in area raccoglie di testa e batte Kresche. L’attaccante ha realizzato 5 gol nelle prime quattro giornate di campionato, più di ogni altra giocatrice nella competizione, e sale a quota nove totali in Serie A contro il Sassuolo, che diventa la sua ‘vittima’ preferita nella massima serie. Sotto di una rete, le neroverdi provano ad uscire e ad impensierire Peyraud-Magnin ma senza essere mai troppo pericolose nella metà campo delle rivali. Chi invece continua a insidiare la porta avversaria è la solita Girelli, che al 41′ batte un calcio di punizione e va dritta in porta ma il pallone si stampa sulla traversa. Inutile anche la ribattuta di Duljan sulla quale Kresche non si fa sorprendere. La Juventus dunque chiude la prima frazione avanti di un gol e con più occasioni create, e il secondo tempo si apre con lo stesso copione. Dopo quasi un’ora di gioco è ancora Girelli che ci prova di nuovo da calcio di punizione ma questa volta il pallone è troppo alto. Il Sassuolo esce fuori al 62′: Clelland e soprattutto Monterubbiano con l’assist decisivo innescano l’azione della rete dell’1-1, che porta la firma di Philtjens. La belga centra il sesto gol in Serie A, il primo in questo campionato, interrompendo un digiuno realizzativo che durava dallo scorso 16 gennaio (allora a bersaglio contro la Fiorentina). La gara si chiude dunque con questo pareggio per 1-1 e con le due squadre in dieci per due espulsioni dirette, prima a Cernoia al 78′ per un fallo da dietro su Monterubbiano, poi a Bragonzi (a tempo scaduto) per un intervento irregolare su Zamanian. Con questo pareggio (il secondo delle ultime tre gare di Serie A) la Juventus diventa la squadra imbattuta da più turni di campionato (11) ma si ritrova soltanto a quota 8 punti in graduatoria, superando momentaneamente l’Inter impegnata domenica in trasferta contro la Sampdoria. Il Sassuolo invece ritrova il pareggio in Serie A dopo una serie di cinque gare senza segno ‘X’ e conquista il suo primo punto della stagione.

Risultati degli anticipi della 4ª giornata di Serie A

Sassuolo-Juventus 1-1
20′ Girelli (J), 63′ Philtjens (S)

Parma-Milan 0-4
16′ Bergamaschi (M), 35′ Asllani (M), 48′ Thrige (M), 79′ Dubcova (M)

Roma-Fiorentina 2-1
28′ Catena (F), 54′ Haug (R), 75′ Giacinti (R)

Pomigliano-Como Women (domenica ore 12.30, diretta su Tim Vision)
Sampdoria-Inter (domenica ore 14.30, diretta Tim Vision)

TCF

(Fonte Figc)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *