News

La 14° di Serie A: tris Milan in casa della Samp, la Viola ritrova il sorriso a Sassuolo

Milan

21 Gennaio 2023 - 20:30

Sono stati due gli anticipi della 14ª giornata di Serie A TIM di questo sabato, il penultimo di campionato di gennaio. E nel primo di questi, giocato alle 12.30, il Milan ha calato il tris in trasferta contro la Sampdoria. Al Centro Sportivo Tre Campanili, infatti, la gara si è chiusa con un 3-0 delle rossonere di Maurizio Ganz contro le padrone di casa; un risultato firmato Mesjasz, Asllani e Bergamaschi.

Due reti nel primo tempo e una nella ripresa, e una gara gestita bene dal Milan che ha lasciato pochi spazi alle avversarie per tutti e 90 i minuti. E soprattutto è partito subito forte, tanto da andare in vantaggio dopo appena 5 minuti di gioco. E’ nato tutto da un corner battuto da Mascarello che ha trovato la spizzata di Adami prima del piattone decisivo di Mesjasz sul quale Sundsfjord non ha potuto nulla. Terzo gol in questo campionato per la giocatrice che si è confermata decisiva anche in fase offensiva; infatti nessun difensore ha finora segnato più reti della rossonera nella Serie A in corso. Ma questa è stata anche la partita di Bergamaschi che, prima di trovare la rete nella ripresa, al 33′ si è conquistata il calcio di rigore che ha permesso al Milan di chiudere la prima frazione in vantaggio di due gol. Dal dischetto è andata Asllani e dagli undici metri non ha sbagliato. Quello dell’attaccante rossonera è stato il primo rigore realizzato in Serie A dal Milan dal 29 agosto 2021 (Giacinti contro il Verona). Statistiche aggiornate per Asllani dopo questo suo ottavo gol in campionato: il 38% delle reti che ha realizzato nel massimo campionato italiano è arrivato contro la Sampdoria (3/8) e per la giocatrice del Milan si tratta della prima da palla ferma, dopo le precedenti sette messe a segno su azione, e della sesta realizzato prima dell’intervallo.

Nel secondo tempo è stato ancora il Milan a tenere, per lunghi tratti, il pallino del gioco in mano. Al 78′ però un calcio di punizione dal limite dell’area ha impensierito la squadra rossonera. Sul punto di battuta è andata una specialista come Rincon che ha calciato potente sul palo del portiere ma Giuliani, attenta e reattiva, ha respinto lontano con i guantoni senza troppi problemi. La Sampdoria nella ripresa comunque ha provato ad essere più propositiva ma in poche occasioni è riuscita davvero a preoccupare la difesa del Milan e più volte le doriane sono state fermate in posizione di fuorigioco, complice la gara attenta condotta dalla retroguardia rossonera. All’87’ però altro calcio di punizione per la Samp e alla battuta è andata sempre Rincon, anche se in questa occasione si è trovata ben più lontana dalla porta e in posizione molto più defilata. La numero 10 blucerchiata ha lasciato partire un traversone, sfruttando anche il forte vento a favore, che ha raggiunto l’area di rigore ma anche stavolta Giuliani si è allungata più in alto di tutte e ha allontanato il pericolo. Tempo un minuto da questa azione e il Milan ha ribaltato la situazione, trovandosi presto nella metà campo avversaria: un’azione bella e manovrata che ha portato alla rete del definitivo 3-0. Palla deliziosa e precisa di Mascarello che ha raggiunto Bergamaschi, la quale si è liberata di due avversarie e da posizione ravvicinata ha calciato sul primo palo battendo per la terza volta Sundsfjord. Altro gol in trasferta per Bergamaschi nella Serie A in corso, dopo quello del 24 settembre contro il Parma.

La gara si è chiusa con il Milan in avanti (ma anche con un assetto difensivo più massiccio di prima, dopo gli ultimissimi cambi operati da Ganz) e dopo 4 minuti di recupero le rossonere hanno potuto esultare per questo nuovo risultato positivo in campionato che è diventata l’80esima vittoria in tutte le competizioni. Altro dato da sottolineare è quello relativo ai clean sheets: per il Milan questo è il terzo successo consecutivo in Serie A senza subire gol per la prima volta da novembre 2021. Inoltre, il Milan ha vinto tutte le quattro sfide di Serie A contro la Sampdoria con un punteggio complessivo di 10-1.

Nell’altro anticipo del sabato, quello delle 14.30, invece alla Fiorentina è bastata una rete di Agard per battere in trasferta il Sassuolo. La squadra viola doveva dare un segnale dopo il pesante 7-1 rimediato sabato scorso contro la Roma e una vittoria, seppur di misura, ha permesso alle ragazze di Panico di ritrovare i tre punti. E sono partite subito forte con Tucceri Cimini che ha provato a sfondare la difesa avversaria ma senza concretizzare questa azione offensiva. L’esterna viola comunque diventerà la calciatrice ad aver giocato più palloni (85) ed effettuato più cross (13) in questa partita. Poi dopo un quarto d’ora di gioco è stata Boquete a provare la conclusione dalla distanza; tuttavia il tiro non ha impensierito troppo Kresche visto che il pallone si è perso oltre la traversa. La gara è stata caratterizzata però anche da qualche disattenzione, soprattutto difensiva, del Sassuolo. E al 21′ un errore di Filangeri poteva costare caro alle neroverdi; recupero palla viola ma in questa occasione la Fiorentina non è stata abbastanza lucida e cinica da riuscire a concretizzare né con Hammarlund né con Boquete che alla fine ha concluso ma il pallone è finito facilmente tra i guantoni di Kresche. Dopo questo brivido il Sassuolo ha provato a reagire, prima con una discesa di Clelland sulla corsia mancina e poi soprattutto al 35′ con Jane che ha raccolto il suggerimento preciso di Orsi e ha liberato il mancino che tuttavia si è spento di poco al lato del palo.

Quattro minuti più tardi però è arrivata la rete del vantaggio viola con Agard che ha sfruttato al massimo una punizione concessa dai 20 metri. Tiro potente e insidioso, sul quale Kresche era anche arrivata ma sfiorando soltanto il pallone che è riuscito a superarla e a gonfiare la rete. Agard ha realizzato contro il Sassuolo la sua prima rete in campionato; la francese, che non andava a bersaglio in Serie A dal 29 agosto 2020 con la maglia del Milan (contro San Marino Academy) ha messo a segno in trasferta e nel corso dei primi tempi tutte e tre le sue marcature in massima serie. Inoltre, questo della numero 34 viola è stato il primo gol su punizione diretta della Fiorentina in Serie A da quello di Tatiana Bonetti contro la Roma, datato 7 novembre 2020. Ed è con questo gol che si è chiuso definitivamente il match dopo un secondo tempo in cui il Sassuolo è andato ad un passo dal pareggio al 65′. Brignola ha raccolto di testa il tiro da calcio d’angolo di Jane, anticipando sia Hammarlund sia Bardi, ma il pallone impreciso è finito alto sopra la traversa.

La Fiorentina, che ha vinto tre gare esterne di fila in Serie A per la prima volta dal maggio 2021, con questi tre punti ha momentaneamente agganciato di nuovo la Juventus (impegnata domenica sul campo del Pomigliano) al secondo posto. Il Sassuolo invece ha perso due gare interne di fila in Serie A per la prima volta dal settembre-ottobre 2019 (contro Juventus e Fiorentina). E con questo ko è rimasto al quart’ultimo posto, a quota 11 punti, e domenica seguirà con interesse la gara del Como che – a 10 punti – sfiderà l’Inter con la chance di agganciare o sorpassare proprio le neroverdi.

I risultati e il programma della 14ª giornata di Serie A

Sampdoria-Milan 0-3
5′ Mesjasz (M), 34′ Asllani (M), 88′ Bergamaschi (M)

Sassuolo-Fiorentina 0-1
39′ Agard (F)

Domenica 22 gennaio – ore 12
Pomigliano-Juventus (diretta su TimVision)
Stadio Ugo Gobbato – Pomigliano d’Arco (NA)
* La gara si disputerà a porte chiuse

Domenica 22 gennaio – ore 12.30
Parma-Roma (diretta su TimVision)
Centro Sportivo Il Noce – Noceto (PR)

Domenica 22 gennaio – ore 14.30
Inter-Como Women (diretta su TimVision, La7 e La7.it)
Stadio Ernesto Breda – Sesto San Giovanni (MI)

TCF

(Fonte Figc)