News

La 13° di Serie A: Roma a valanga sulla Viola, poker Inter, colpo Pomigliano

14 Gennaio 2023 - 20:30

tcf-plustcf-plus

TCF si Aggiorna! DA LUNEDÌ 16 GENNAIO DALLE 18.00 IN POI, sarà necessario aggiornare l’App per continuare a seguirci!

La 13ª giornata di Serie A TIM ha aperto il 2023 del massimo campionato e ha subito regalato tante emozioni e soprattutto gol. Ben 13 segnati nelle tre gare degli anticipi del sabato. La grande goleada di giornata è stata quella della Roma di Spugna che ha superato 7-1 la Fiorentina in trasferta al Torrini. Due reti nel primo e cinque nel secondo tempo e, in mezzo, il gol di Parisi che ha provato a riaprire la sfida sul 2-1. Ma già da subito, dalla prima frazione, le giallorosse hanno provato in più occasioni a mettere in difficoltà la squadra viola. Infatti il primo gol è arrivato dopo appena 4 minuti di gioco: cross di Cinotti dalla corsia mancina che ha raggiunto Giacinti; l’attaccante giallorossa ha concluso in porta di prima intenzione ma ha trovato la ribattuta di Baldi che tuttavia ha colto di sorpresa le compagne. Disattenzione, mancato rinvio e alla fine sul pallone si è avventata Andressa che da distanza ravvicinata non ha sbagliato, portando subito la Roma in vantaggio. Andressa Alves ha realizzato la sua seconda doppietta in Serie A, entrambe in trasferta; la prima risale all’8 dicembre 2019, sul campo dell’Inter. E inoltre ha trovato la rete per due presenze di fila in Serie A (non ci riusciva da febbraio 2021 quando arrivò a 3).

Un minuto più tardi, Giacinti ancora pericolosissima in area, stavolta dalla destra. Ha puntato l’area ed è entrata, si è sistemata il pallone e ha lasciato partire la conclusione potente chiamando in causa di nuovo Baldi. Ma è al 17′ che è arrivato il gol del raddoppio con Greggi. Statistiche aggiornate anche per quest’ultima che ora ha preso parte a tre gol (1 rete, 2 assist) in 13 presenze in questa Serie A, uno in più rispetto ai precedenti due campionati in 22 gare giocate (2 assist). Il secondo tempo si è aperto con una Fiorentina più spavalda e vogliosa di riaprire questa gara e infatti al 48′ è stata Parisi a firmare la rete del momentaneo 2-1. Un’azione rocambolesca, quasi rabbiosa: prima Longo da lontanissimo ha colpito la traversa, poi su quel pallone si è avventata Johannsdottir che ha ribadito in rete. Conclusione potente e da vicinissimo ma sporcata da Ceasar che l’ha fatta rimbalzare sulla linea di porta ed è in quel momento che Parisi ha spazzato la sfera definitivamente in porta.

Partita però tutt’altro che riaperta perché la Roma, dopo questa rete viola, ha dilagato. Al 55′ è stata Haavi a scrivere il suo nome tra le marcatrici di giornata, dopo aver ribadito in porta la conclusione di Giacinti che aveva colpito la traversa. Haavi è la giocatrice della Roma che ha preso parte attiva a più gol in questo campionato (otto, frutto di quattro gol e quattro assist), ed ha stabilito il suo record realizzativo in una stagione di Serie A: quattro gol, superati i tre dello scorso campionato. Andressa poi al 74′ ha realizzato il 4-1 (doppietta per l’attaccante giallorossa) su assist (probabilmente) involontario di Serturini. Ma è il quinto gol giallorosso che ha segnato un record: la firma è stata quella di Kramzar che con un delicato tocco su cross di Bartoli ha girato il pallone in porta, spiazzando ancora una volta Baldi. La giocatrice, classe 2006, è diventata la più giovane a trovare il gol in Serie A.

Roma incontenibile fino all’ultimo, tanto che dopo 90′ sono arrivate altre due reti. Prima con Cinotti (splendido tiro da quasi 30 metri) al 91′, poi con Giugliano al 93′ che ha eguagliato in 11 presenze lo score realizzativo dei precedenti due campionati: quattro gol, segnati in 19 gare nel 2021/22 e in 21 nel 2020/21. E così il match si è chiuso con un 7-1 per la squadra di Spugna che ha mandato un segnale chiaro e forte alla Juventus (impegnata domenica in casa contro il Sassuolo). Una goleada incredibile delle giallorosse che non avevano mai vinto in trasferta in Serie A con 6 reti di scarto; mentre la Fiorentina non aveva mai subito una sconfitta così rotonda incassando così tanti gol.

La 13ª giornata di Serie A però si è aperta alle 12.30 con due partite e altri due risultati importanti per la classifica. Al Breda di Sesto San Giovanni l’Inter ha aperto il suo 2023 con un rotondo e pesante 4-0 contro la Sampdoria. Seconda vittoria consecutiva in Serie A per le nerazzurre, dopo aver raccolto solo 3 punti nelle precedenti cinque partite di campionato (con tre sconfitte e due pareggi). Ma è stata anche la terza volta che in questa stagione l’Inter ha vinto una gara con un margine di almeno 4 gol, dopo il 6-1 contro il Pomigliano e un altro 4-0 ai danni del Milan. Da subito l’Inter ha provato a bucare la difesa blucerchiata, mentre la Samp si è spesso affidata a contropiedi, tentando di sorprendere le avversarie con ripartenze in velocità. Ma già al settimo minuto di gioco sono state le nerazzurre a impegnare Sundsfjord; in questa occasione, un traversone apparentemente innocuo di Sonstevold in realtà ha creato più di qualche problema al portiere avversario che non ha bloccato il pallone si cui si è avventata van der Gragt che tuttavia non ha trovato più lo specchio della porta.

L’Inter comunque non si è mai arresa e sono seguite altre due occasioni, prima con Karchouni dalla distanza poi con Bonetti che con una grande giocata si è liberata di un’avversaria e con l’esterno mancino di controbalzo ha lasciato partire la conclusione in porta. Ma anche in questo caso Sundsfjord non si è fatta sorprendere e ha respinto. Il pressing dell’Inter è continuato anche con van der Gragt che ci ha provato di testa, staccando con i tempi giusti e svettando sulle avversarie ma ha spedito il pallone oltre il secondo palo. Alla mezz’ora di gioco però è arrivato il tanto cercato gol del vantaggio nerazzurro. E questa rete porta la firma di Polli. Ottavo gol in campionato per la numero 9 dell’Inter in 12 presenze in questo campionato e altra occasione da palla inattiva sfruttata al massimo dalle nerazzurre: punizione battuta da Karchouni che ha trovato la spizzata di testa vincente della compagna. Polli con questa rete ha eguagliato il suo record realizzativo in una stagione di Serie A (otto reti, come nel 2016/17 con il Jesina) e inoltre è la giocatrice ad aver realizzato più gol in gare casalinghe in questa Serie A (6).

Sul finire del primo tempo è arrivato poi anche il gol del raddoppio nerazzurro con Karchouni che ha approfittato di una respinta non precisa di Sundsfjord dopo il tentativo di Chawinga. Un gol e un assist dunque per Karchouni ed è la terza volta che l’esterna dell’Inter ha segnato e fornito assist nella stessa partita; nessuna giocatrice ci è riuscita così spesso in questo campionato. Nella seconda frazione il copione non è cambiato. Inter sempre più propositiva e concreta della Samp, tanto che al 49′ ha trovato il tris grazie a Chawinga. La numero 11 nerazzurra ha segnato il suo decimo gol in 10 presenze; nello scorso campionato, la giocatrice più rapida a raggiungere la doppia cifra di reti è stata Lana Clelland, in 12 presenze.

La gara poi si è chiusa definitivamente al 67′ con il poker dell’Inter calato da Robustellini che è diventata la quinta giocatrice nata dopo l’1/1/2003 ad andare a segno in questo campionato, dopo Gallazzi, Severini, Pavan e Beccari. Piegata e sotto di 4 reti, la Sampdoria comunque fino all’ultimo ha provato a cercare il gol della bandiera e ci è andata vicino all’86’ con Battistini (entrata tre minuti prima) che ha tentato la gran conclusione col destro dalla distanza e da posizione defilata ma Durante ha risposto ‘presente’ e ha respinto in angolo. Con questo ko la Samp resta a quota 10 punti in classifica e questa sconfitta è diventata la quinta consecutiva e senza segnare alcun gol; in Serie A l’ultima squadra a registrare una serie del genere era stata la Pink Bari, tra ottobre e novembre 2020. L’Inter invece con questi 3 punti è salita a 25 e ha agganciato la Fiorentina.

Nell’altro anticipo delle 12.30 il Pomigliano ha strappato tre punti d’oro in casa del Como, costretto a giocare in 10 dal 38′ per l’espulsione di Beretta (la sua prima in Serie A alla quinta presenza nella competizione). Alle Pantere è bastata una rete per tornare a casa con una vittoria fondamentale che ha permesso alla squadra campana di lasciare la penultima posizione in classifica. Non solo, il Pomigliano ha vinto due delle ultime tre gare di Serie A, collezionando così tante vittorie quante quelle raccolte nelle precedenti 10 gare della competizione (1N, 7P). E soprattutto ha ottenuto due clean sheets nelle ultime tre gare di Serie A, tanti quanti quelli raccolti in tutte le precedenti 32 partite giocate in massima serie.

Situazione totalmente diversa per il Como che ha subito cinque sconfitte interne in questo campionato (tra cui due nelle due gare casalinghe più recenti); nessun’altra squadra ne ha subite così tante nel torneo in corso. Inoltre, si è confermata come la peggiore difesa casalinga del campionato avendo subito 17 gol nelle gare interne di questa Serie A, più di qualsiasi altra squadra del torneo. Ma in questo successo del Pomigliano allo Stadio Ferruccio, i riflettori sono stati tutti per Veronica Battelani. E’ lei che ha deciso la partita con un gran gol, una splendida punizione calciata potente e precisa che è finita sotto l’incrocio dei pali. Battelani ha segnato il suo secondo gol in questa Serie A (terzo totale in massima serie); entrambe le reti della giocatrice classe 2002 nel torneo in corso sono state realizzate su palla inattiva e nelle ultime tre gare giocate dopo che era rimasta a secco nelle sette precedenti disputate in stagione. Ma il valore della numero 30 del Pomigliano va anche oltre questo gol così pesante e decisivo. Battelani infatti ha preso parte a tre reti delle Pantere in questa Serie A (con due gol e un assist) e tra le fila del Pomigliano solo Taty (con quattro) ha partecipato a più marcature della compagna nel torneo in corso.

I risultati e il programma della 13ª giornata di Serie A

Como Women-Pomigliano 0-1
41′ Battelani (P)

Inter-Sampdoria 4-0
30′ Polli (I), 44′ Karchouni (I), 49′ Chawinga (I), 67′ Robustellini (I)

Fiorentina-Roma 1-7
4′, 74′ Andressa (R), 17′ Greggi (R), 48′ Parisi (F), 55′ Haavi (R), 85′ Kramzar (R), 91′ Cinotti (R), 93′ Giugliano (R)

Domenica 15 gennaio – ore 12.30
Milan-Parma (diretta su TimVision)
Centro Sportivo Vismara – Milano

Domenica 15 gennaio – ore 14.30
Juventus-Sassuolo (diretta su TimVision)
Juventus Training Center – Vinovo (TO)

TCF

(Fonte Figc)