News

La 10° di Serie A: Milan a valanga sulla Fiorentina, la Roma stende il Pomigliano

26 Novembre 2022 - 19:30


La 10ª giornata del campionato di Serie A Tim è la prima del girone di ritorno e la Roma l’ha aperto come ha chiuso l’andata: vincendo. La squadra di Spugna ha collezionato un altro successo che la proietta momentaneamente a +7 dalla Juventus seconda che domenica sarà impegnata in casa contro il Como. Ma le giallorosse sono state autrici di un’altra prestazione attenta e concreta e sono salite a quota 9 le vittorie stagionali in campionato. L’avversario di oggi era il Pomigliano che ha provato in tutti i modi a contenere l’attacco della Roma e per lunghi tratti della gara è riuscito a chiudersi bene nella sua trequarti senza rinunciare ad alcune ripartenze per provare a sorprendere la difesa giallorossa.

Nel primo tempo comunque la Roma è partita subito forte e fin dai primi minuti ha impegnato Cetinja, prima con Andressa e poi con Serturini e Lazaro. Poi ancora al 18′ è stato il turno di Giugliano che ha liberato una conclusione dalla distanza ma ancora una volta la numero uno del Pomigliano si è fatta trovare attenta e ha spedito il pallone oltre la linea di fondo. Andando avanti sono cresciute le azioni offensive della Roma che davanti ai propri tifosi al Tre Fontane ha una spinta diversa e ancora più voglia di macinare risultati utili. Nella prima frazione anche le conclusioni di Cinotti e Linari si sono aggiunte alla lista dei tentativi giallorossi ma alla fine è stata Serturini a sbloccare il risultato con un gran gol al 45′. Proprio allo scadere del primo tempo, l’esterna giallorossa ha liberato un destro potente e preciso sotto l’incrocio dei pali: imprendibile per Cetinja. Serturini ha segnato due gol nelle ultime tre presenze in Serie A, dopo che nelle prime sei gare giocate in questo campionato non aveva trovato la rete, e inoltre è una delle tre giocatrici della Roma, assieme a Emilie Haavi e Sophie Haug, a contare più di un gol e più di un assist in questo campionato (2+2).

Le squadre dunque sono arrivate all’intervallo sull’1-0 per la Roma ma la ripresa è iniziata con un’occasione per il Pomigliano da calcio piazzato; tuttavia con questa punizione Martellani non ha trovato lo specchio della porta e la palla si è persa oltre il fondo. La Roma si è resa sempre pericolosa ma al 74′ ha provato anche un brivido: Novellino si è involata sulla fascia destra, ha superato Minami ed ha crossato verso il centro dell’area dove ha trovato Amorim che di prima intenzione (e tutta sola) ha calciato verso la porta giallorossa. In questa occasione, Ceasar si è resa autrice di un intervento miracoloso, importante quanto un gol: a mano aperta ha prolungato il pallone oltre la traversa salvando il risultato e il vantaggio giallorosso in un momento in cui un possibile 1-1 avrebbe potuto cambiare l’esito della gara. Passato lo spavento, la Roma ha ripreso ad attaccare. All’80’ Glionna ci ha provato dalla distanza ma Cetinja si è allungata e ha bloccato la sfera senza troppa apprensione.

Non è stato semplice per la Roma trovare un varco nella difesa del Pomigliano che si è chiusa dietro in modo efficace per tutto il secondo tempo. All’89’ poi ecco un altro squillo giallorosso, ancora con Glionna che ci ha provato da fuori area: si è sistemata il pallone e ha liberato il destro ma Cetinja, sempre attenta, ha respinto anche questa conclusione. Sulla ribattuta poi si è avventata Giacinti ma l’arbitro ha fermato tutto per posizione di fuorigioco proprio della numero 9 giallorossa. Ma al 93′ è arrivata la rete del definitivo 2-0 firmata da Giacinti: cross di Haavi, sponda di Haug e l’attaccante, tutta sola davanti alla porta, non ha dovuto far altro che spingere il pallone in rete. Giacinti ha segnato sei gol in questo campionato, di cui cinque in casa: le stesse reti casalinghe realizzate nell’intero scorso torneo tra Milan e Fiorentina. Questo settimo successo consecutivo proietta la Roma (al quarto clean sheet casalingo) a quota 27 punti in classifica; in un singolo campionato di Serie A ci era riuscita solo una volta a collezionare tante vittorie di fila, tra ottobre 2021 e febbraio 2022, quando arrivò a nove.

Ma in questo sabato di Serie A le emozioni sono proseguite con il match tra Fiorentina e Milan. Le rossonere di Ganz hanno travolto 6-1 la squadra di Panico, ottenendo una vittoria tanto larga quanto importante per la classifica. Con questo risultato così rotondo, inoltre, il Milan ha segnato almeno quattro gol in tre diversi incontri di questa Serie A, nessuna squadra ha fatto meglio nel torneo in corso. Di contro, la Fiorentina ha subito più di due reti in un primo tempo di Serie A per la prima volta nella sua storia nella competizione. Solo la prima frazione di gioco infatti si è chiusa con un 4-0. Al 12′ è stata subito l’ex Piemonte ad aprire le marcature: controllo splendido e da distanza ravvicinata non ha sbagliato.

Il Milan ha iniziato forte e al 16′ anche Grimshaw ci ha provato da fuori area ma ha trovato la ribattuta della difesa viola. L’attacco rossonero si è dimostrato propositivo con tutti gli elementi messi in campo dal primo minuto da Ganz e al 18′ è stato il turno di Bergamaschi che ha concluso in porta una bella azione corale e tutta in verticale ma Schroffenegger ha vanificato questo tentativo. Un minuto più tardi però il Milan è tornato ancora nell’area viola e stavolta è stata Thomas a trovare la rete del 2-0 con un colpo da biliardo da distanza ravvicinata ma da posizione molto defilata: palo e gol, dopo il servizio di Mascarello dalla corsia di destra. Primo tempo tutto a tinte rossonere. La rete del tris è arrivata ancora grazie a Thomas al 40′, mentre il poker è stato siglato da Piemonte, autrice anche lei di una doppietta.

Con queste due reti, Lindsey Thomas è la terza giocatrice capace di realizzare due marcature multiple consecutive in Serie A con il Milan, dopo Daniela Sabatino e Valentina Giacinti, entrambe tra dicembre 2018 e gennaio 2019. E inoltre è diventata la giocatrice che ha realizzato più marcature multiple in Serie A nel 2022 (quattro). Da non sottovalutare però anche i numeri di Martina Piemonte che è stata coinvolta in quattro gol nelle sue ultime quattro presenze in Serie A (tre reti, un assist), dopo che nelle precedenti cinque gare di questo campionato aveva servito appena un passaggio vincente. Il copione della ripresa non si è discostato molto da quello della prima frazione, ma la Fiorentina appena tornata in campo ha provato immediatamente a reagire e al 46′ è arrivato il gol di Severini, dopo appena 32 secondi dal suo ingresso in campo. Un gol inutile ai fini del risultato ma allo stesso tempo una rete difficile da dimenticare per Severini che è diventata la più giovane giocatrice della Fiorentina a segnare in Serie A, considerando le ultime due stagioni.

Comunque si è trattato di una giornata ‘no’ per la Fiorentina, visto che al 75′ ad arrotondare il passivo ci ha pensato anche Breitner con un autogol. Quinto gol subito in questo match ma non l’ultimo, perché al 90′ anche Dubcova (che non segnava in A dal 1 febbraio 2020, contro l’Orobica con il Sassuolo) ha scritto il suo nome tra le marcatrici di giornata. 6-1 per il Milan, dunque, il risultato finale. La squadra rossonera non vinceva dal 22 ottobre e oggi ha ritrovato il successo e probabilmente anche il morale, salendo a quota 16 in classifica (sempre al quinto posto). La Fiorentina invece si è fermata a quota 19, con un terzo posto insidiato dall’Inter che al momento è a -1 e che domenica – impegnata contro il Parma – avrà l’occasione del sorpasso.

I risultati e il programma della 10ª giornata

Roma-Pomigliano 2-0
45′ Serturini (R), 93′ Giacinti (R)

Fiorentina-Milan 1-6
11′, 45′ Piemonte (M), 19′, 40′ Thomas (M), 46′ Severini (F), 75′ aut. Breitner (F), 90′ Dubcova (M)

Domenica 27 novembre – ore 12.30
Sampdoria-Sassuolo (diretta su TimVision) Campo Sportivo Tre Campanili – Bogliasco (GE)

Domenica 27 novembre – ore 14.30
Juventus-Como Women (diretta su TimVision) Juventus Training Center – Vinovo (TO)

Lunedì 28 novembre – ore 19
Parma-Inter (diretta su TimVision) Stadio Ennio Tardini – Parma 

TCF

(Fonte Figc)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *