News

L’8° di Serie A: la Roma vince in casa dell’Inter, Milan ko a Pomigliano

29 Ottobre 2022 - 18:30


Il big match della 8ª giornata di Serie A Tim 2022-23 è stata la gara dell’Ernesto Breda tra Inter e Roma. E sono state le giallorosse di Spugna ad aggiudicarsi questa sfida così attesa e importante per le parti alte della classifica. La gara è finita 2-1 per la Roma grazie alle reti di Serturini e Haavi; la squadra giallorossa ha vinto quattro degli ultimi sei match in Serie A contro l’Inter e per la prima volta ha battuto le nerazzurre per due gare di fila nella competizione. Numeri importanti per la Roma che sta alternando campionato e impegno europeo con la Champions League ma che non sta risentendo delle fatiche di Coppa a livello di risultati. Inoltre, la Roma ha vinto 12 delle ultime 13 gare disputate in Serie A, subendo solo sei reti in questo periodo.

Insomma, la squadra di Spugna si è confermata solida dietro e prolifica davanti. E la gara è iniziata subito con una Roma propositiva con più interpreti, Haavi, Serturini e Giacinti su tutte. Ma presto è arrivata la risposta dell’Inter che al 24′ è andata ad un passo dal gol del vantaggio con Csiszar: il salvataggio di Linari sulla linea però ha vanificato questo tentativo. Le giallorosse in diverse occasioni si sono affacciate nella metà campo avversaria con il piglio giusto ma soltanto al 44′ è arrivata le rete dell’1-0. Palo di Haavi e sulla ribattuta la prima ad avventarsi sul pallone è stata Serturini che ha ribadito due volte in rete; alla prima occasione è arrivata la respinta di Durante ma sulla seconda la numero uno nerazzurra non ha potuto nulla. L’Inter si è confermata una delle ‘vittime’ preferite di Serturini che ha segnato due gol proprio alla squadra nerazzurra in Serie A, solo contro la Fiorentina ha realizzato più reti (tre).

Così la prima frazione si è chiusa con il vantaggio giallorosso e la ripresa si è aperta ancora con la Roma avanti a cercare il gol per chiudere la gara. Al 49′ è stata ancora Serturini a concludere ma il tiro deviato è finito oltre la linea di fondo. La rete del raddoppio comunque non ha tardato ad arrivare ma prima si è registrato anche un tentativo dell’Inter con Karchouni che ha servito Polli ma la difesa giallorossa si è fatta trovare preparata. Al 60′ ecco il 2-0 della Roma: apertura precisa verso la corsia di destra da parte di Greggi che ha trovato Haavi. Palla dunque alla numero 11 che si è liberata di Merlo con un dribbling e da posizione defilata ha trovato la via del gol con uno splendido sinistro, calciando verso il secondo palo e battendo ancora Durante. Una bella azione dalla quale la Roma ha tratto il massimo, iniziata da Greggi che non serviva un assist in Serie A dallo scorso 14 maggio, nel derby contro la Lazio (3-0), e conclusa da Haavi, la numero 11 norvegese che ha preso parte a cinque gol (tre reti, due assist) nelle ultime cinque presenze, dopo quattro gare di fila senza partecipazioni attive in Serie A.

Sei minuti più tardi però l’Inter ha accorciato le distanze. Sfortunata Ceasar che ha provato a fare un miracolo e a respingere il colpo di testa di van der Gragt ma la sua deviazione si è stampata sulla parte interna della traversa, ha rimbalzato sulla linea di porta e alla fine la sfera è entrata. L’Inter dunque ha avuto la possibilità di riaprire la gara e con questo autogol ha ritrovato nuova fiducia cambiando l’inerzia della gara che fino al 90′ ha visto le nerazzurre molto più propositive e le giallorosse più in assetto difensivo a protezione del risultato. E proprio al 90′ però è arrivata un’altra grandissima occasione per la Roma, ancora dalla corsia di destra e ancora con Haavi protagonista. Il cross della norvegese è arrivato fino al cuore dell’area di rigore nerazzurra dove Haug tuttavia non è riuscita a impattare la sfera. Questione di pochissimi centimetri ma l’Inter ha rischiato tanto. Dopo cinque minuti di recupero il big match della giornata è terminato e la Roma con questi tre punti si è confermata in testa alla classifica di Serie A, momentaneamente in solitaria in attesa della Fiorentina che domenica è attesa dalla trasferta di Torino contro la Juventus.

Nell’altro match delle 14.30, il Pomigliano ha vinto contro il Milan e ha conquistato tre punti preziosissimi in chiave classifica. Inoltre, dopo aver perso entrambi i precedenti della scorsa stagione il Pomigliano ha battuto il Milan per la prima volta in Serie A; e inoltre la squadra campana ha vinto due partite di fila in Serie A per la seconda volta nella sua storia; la precedente nell’ottobre 2021 (contro Inter e Lazio). Di contro, il Milan ha perso due gare esterne di fila in Serie A per la prima volta nella competizione e ha subito reti in due gare esterne di Serie A per la prima volta dal periodo compreso tra gennaio 2021 e marzo 2021 (striscia di quattro partite giocate in trasferta con gol subiti in quel caso).

Passando al campo, le rossonere hanno provato subito a sfondare la difesa di Pomigliano e al 3′ il primo spunto è arrivato sull’asse Tucceri Cimini-Thrige ma le Pantere non si sono lasciate sorprendere. Anzi, il Pomigliano ha presto risposto e dopo nemmeno 10 minuti di gara si è costruito un’interessante occasione che tuttavia non si è concretizzata; Milan fortunato in questo frangente ma la squadra di Ganz ha tutta l’intenzione di trovare continuità in campionato, soprattutto venendo dalla straripante vittoria per 4-3 contro la Juventus. E al 17′ è arrivata la prima conclusione dell’attaccante più attesa, Asllani (anche oggi dal 1′ insieme a Piemonte nel reparto avanzato di Ganz), ma Cetinja l’ha bloccata senza troppe preoccupazioni.

Il vantaggio rossonero tuttavia è arrivato un minuto più tardi, al 18′, dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Tucceri Cimini che è stato deviato da Passeri nella propria porta. Pomigliano sfortunato in questo frangente e per la squadra di casa a metà del primo tempo la gara si è messa tutta in salita. Il Milan, rinvigorito dal vantaggio, ha continuato a spingere e il piede più caldo è sempre quello di Asllani. Alla mezz’ora di gioco però ecco che il Pomigliano ha riaperto la sfida con la rete dell’1-1 firmata da Amorim che ha concluso una bella azione in verticale. Amorim ha segnato contro il Milan il secondo gol in Serie A (primo in gare casalinghe); la calciatrice brasiliana non andava a bersaglio nel torneo dallo scorso 17 settembre (contro l’Inter). Tutto da rifare dunque per il Milan e negli ultimi minuti del primo tempo è successo di tutto. Prima una doppia occasione conclusa con un tentativo di Mesjasz (che tuttavia non è andato a buon fine), poi l’espulsione di Grimshaw per proteste che ha lasciato il Milan in dieci. Nonostante l’elemento in meno però le rossonere sono andate a un passo dall’1-2 al 45′ con Piemonte ma il tiro della numero 18, anche se da posizione ravvicinata, è finito alto sopra la traversa. La seconda frazione non è stata più avara di emozioni e un primo tentativo del Milan si è registrato al 47′ con Adami ma dieci minuti più tardi ecco il secondo brivido: gol del Pomigliano ma la rete di Konat per il possibile 2-1 è stata annullata per fuorigioco della stessa giocatrice. Il Pomigliano non ha mollato mai e al 63′ tutta la squadra ha protestato per un contatto in area tra Sena e Fusetti. La numero 10 delle Pantere è caduta in area, il Pomigliano ha reclamato un calcio di rigore ma l’arbitro ha subito fanno cenno di proseguire.

Un altro brivido che non ha scosso abbastanza il Milan che ha continuato a provarci ma senza convinzione soprattutto con le sue attaccanti, prima Asllani che al 74′ si è coordinata e la liberato la conclusione però troppo alta, poi Piemonte che è stata murata dall’attenta difesa di casa. All’89’ però a chiudere il match è stata la rete di Novellino, decisiva per il successo del Pomigliano. Proprio Novellino ha segnato contro il Milan l’ottavo gol in Serie A, il primo in questa stagione; tutti i sette precedenti erano stati realizzati con la maglia del Pink Bari (l’ultimo il 17 aprile 2021 contro l’Inter). Il Pomigliano con questi 3 punti è salito a quota 7 in classifica, mentre il Milan è rimasto in quinta posizione.

I risultati e il programma della 8ª giornata

Inter-Roma 1-2
44′ Serturini (R), 60′ Haavi (R), 66′ aut. Ceasar (R)

Pomigliano-Milan 2-1
18′ aut. Passeri (P), 30′ Amorim (P), 89′ Novellino (P)

Domenica 30 ottobre – ore 12.30

Juventus-Fiorentina (diretta su TimVision) Juventus Training Center – Vinovo (TO)

Domenica 30 ottobre – ore 14.30

Como Women-Sassuolo (diretta su TimVision) Stadio Ferriccio – Seregno (MB)

Sampdoria-Parma (diretta su TimVision) Campo Sportivo Tre Campanili – Bogliasco (GE)

TCF


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *