News

Juventus, Montemurro: “Col Koge dovremo avere mentalità e umiltà, loro sono favorite”

28 Settembre 2022 - 08:50


La Juventus è pronta a tornare in campo in Champions League per il ritorno dell’ultimo turno di qualificazione prima della fase a gironi. La formazione bianconera sfiderà nuovamente le danesi dell’HB Koge e, dopo l’1-1 dell’andata, saranno chiamate alla vittoria. Queste le parole in conferenza stampa del tecnico Joe Montemurro:

“È stata (ieri, ndr) la seconda seduta di allenamento che ho tutte, ma stiamo abbastanza bene. C’è un po’ di stanchezza ma è normale con tutte queste partite.”

“Per vincere dobbiamo fare più gol dell’altra squadra. Partite come quelle dell’andata sono buone per capire i problemi. Abbiamo creato e gestito bene le loro ripartenze. Dobbiamo finalizzare, ci vuole mentalità e umiltà. Dobbiamo giocare con umiltà.”

“Tutte stanno bene e sono a disposizione. Vediamo come va nelle ultime ore per capire chi gioca e chi no. Anche a gara in corso. Gama bisogna trovare spazio per farla giocare, Gunnarsdottir e Caruso stanno bene.”

“La nostra forza di squadra è non aver bisogno di una che fa gol, ma tante. Le squadre forti fanno più gol con il centrocampo che con una sola punta, a parte il City di Haaland. Girelli è importante, la scelta di toglierla contro il Sassuolo è stata precauzionale per questa gara. Abbiamo avuto tante occasioni contro il Sassuolo, con e senza Cristiana. Lei però è sempre importante.”

“Ogni anno è diverso, la preparazione è stata diversa, le partite che abbiamo affrontato sono state diverse e ci vogliono diverse soluzioni. E’ sicuramente un privilegio giocare in un campionato in crescita. Abbiamo pressione e questo è molto importante, significa che siamo al top, la pressione è un privilegio.”

“Non sono stupito dal Koge. E’ importante valutare, prendere i dettagli e trasformarli in informazioni. Hanno 2-3 giocatrici importanti, che se si mettono in situazione favorevole possono far male. In settimana hanno giocato contro una squadra terzultima in classifica, mostrando sempre il loro gioco. Siamo concentrati su di noi, sulle nostre cose, sull’essere più efficaci nelle zone che contano. Noi siamo quinti in classifica, loro sono prime, hanno più punti di noi, hanno giocato di più. Loro sono favorite.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *