News

Juventus, Dg Braghin: “C’è molta soddisfazione per poter rifare questa esperienza, in Serie A vedo che le prime hanno avuto meno giocatrici all’Europeo”

30 Settembre 2022 - 16:00


Per il secondo anno consecutivo la Juventus Women parteciperà alla fase a gironi di Champions League, conquistata ieri sera grazie al successo contro l’HB Koge. Stefano Braghin, Direttore Generale delle bianconere, ha così analizzato il risultato e l’inizio di stagione della squadra ai microfoni del club:

“Siamo tutti molto contenti, è un risultato che cercavamo per consolidare quanto fatto l’anno scorso, quindi siamo molto contenti. E’ chiaro che adesso viene il difficile, per la seconda volta siamo in una fase a gironi con le prime 16 squadre d’Europa. Cercheremo di fare il nostro meglio. C’è molta soddisfazione per poter rifare questa esperienza.”

“E’ stata un’ottima prestazione sia dal punto di vista sportivo che dell’attitudine e questo è molto importante, perché è un segnale che questo gruppo le partite importanti le affronta sempre nel modo migliore. Poi si possono vincere o perdere, ma lo spirito con il quale si affrontano è quello giusto. Questa era una partita importante, nel nostro cammino di 6 anni, perché ogni volta che possiamo avere l’occasione di stare in Europa è importante. La risposta sia di gioco, che di attitudine è stata molto buona. Sappiamo che stiamo soffrendo in questo inizio di stagione, che sostanzialmente per noi è attaccata alla stagione precedente. Certi tipi di lavori e di recuperi non sono stati possibili. E’ una stagione molto particolare, confermare il risultato dei gruppi ci fa piacere.”

“Vedo che in campionato davanti ci sono le squadre che hanno avuto meno calciatrici all’Europeo, mi sembra una statistica evidente se guardiamo la classifica. Poter fare il ritiro estivo, poter fare gare amichevoli e avere il gruppo riposato per il campionato è più facile che scendere in campo il 18 agosto a 5 giorni dal raduno. Questo è un problema che avevamo noi e anche la Roma, che ha avuto diverse giocatrici all’Europeo. Quindi credo che oggi la classifica rispecchi lo stato di forma e la condizione delle squadre. L’Inter in questo momento è la più forte e la più pronta, noi orgogliosi del nostro 5° posto cercheremo di recuperare posizioni per quanto possibile.”

“In rete due nuove? E’ anche un caso, ci sono partite che servono più per i titoli o per fare bella figura, che basta una brutta prestazione e tutto cambia. Cantore e Gunnarsdottir sono due calciatrici importanti della Juventus, come le altre 23 del gruppo, sia chi ha giocato che chi è stata fuori. Chi segna è relativamente importante, l’importante è aver fatto due gol, superato un turno e aver contribuito al ranking dell’Italia. Faccio un grandissimo in bocca al lupo alla Roma, mi auguro che possano raggiungere i gironi, perché per il movimento italiano avere 2 squadre vorrebbe dire essere tra le migliori nazioni d’Europa. Spero che la Roma ci segua e sarebbe un grande piacere condividere con loro questo cammino.”

“Rispetto all’ultima sfida al Moccagatta (contro il Barcellona, ndr) siamo cresciuti, ci mancano ancora delle cose, soprattutto di esperienza. La gestione degli ultimi 10 minuti, per me che sono incontentabile, non mi è piaciuta tanto. Abbiamo concesso più di quanto dovevamo. Possiamo essere più efficaci sotto porta. Siamo cresciuti, ma non basta.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *