News

Italia, Ct Bertolini: “Nessun blocco Juve o Roma, all’Europeo tutte devono mettersi a disposizione. La Francia la squadra che temo di più”

15 Giugno 2022 - 10:00


Manca ormai meno di un mese all’inizio di Euro 2022, e Milena Bertolini in conferenza stampa fa il punto sulla situazione del gruppo squadra analizzando anche i principali pericoli del girone che attenderà l’Italia. La parola d’ordine è unità d’intenti, come racconta la Cittì descrivendo la propria rosa:

“Ci sono tante giocatrici di Juve e Roma, ma tutte stanno crescendo di qualità, ci sono diverse calciatrici molto brave e quindi non parlerei di blocco Juve o simili. Al Mondiale c’erano obiettivi diversi rispetto a ora, erano concentrate sulla crescita del movimento, di farsi conoscere e di portare avanti delle loro richieste in cui loro credevano. Aspetti importanti che erano la loro missione. Ora volendo continuare a valorizzare il movimento ci sono anche altri obiettivi a livello personale e comune perché sanno che non si può prescindere dal gruppo. Molte giocatrici hanno 4-5 anni in più, che sono cresciute in esperienza e personalità e che ora portano il loro contributo”.

“Per quanto riguarda l’Europeo, la Francia è la squadra favorita del Girone, credo che lotterà anche per la vittoria finale. Ha giocatrici di ottimo talento e qualità, intensità fisica e tecnica. L’Islanda è una squadra dalla grandissima fisicità, mentre il Belgio è la squadra che ci somiglia maggiormente. Per passare il girone serviranno tre gare di altissimo livello. Serviranno grandissime motivazioni intrinseche e fame di voler ancora migliorare e non sentirsi appagati da quanto fatto. Poi sta a me e allo staff motivare il gruppo, ma senza le motivazioni di cui sopra tutto diventa più difficile. In una situazione come questa, in cui giocheremo la prima gara il 10 luglio è che l’aspetto principale sia quello di stare bene fisicamente. Dobbiamo andare là tutte sapendo che potremmo essere protagoniste per un minuto o per tutta la gara, bisogna essere a disposizione del gruppo e avere questo atteggiamento. Bisogna esserci in tutti i sensi”.

TCF


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *