Italia, Ct Bertolini: “Al Mondiale per far innamorare gli italiani del calcio femminile, vedo motivazione ed entusiasmo”

Milena Bertolini
FLORENCE, ITALY - FEBRUARY 13: Milena Bertolini, Head coach of Italy Women, answers questions during a press conferenceat Centro Tecnico Federale di Coverciano on February 13, 2023 in Florence, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Primo giorno di ritiro per l’Italia Femminile, attesa martedì 11 aprile (ore 16.30, diretta su figc.it, sul canale YouTube della Figc e sulle pagine Facebook e Twitter della Nazionale) dall’amichevole con la Colombia in programma allo stadio Tre Fontane di Roma. Prima di tornare a giocare nella Capitale – venti anni dopo l’ultima volta – le Azzurre si alleneranno per una settimana nel quartier generale di Coverciano, dove Milena Bertolini e il suo staff potranno intensificare il lavoro tattico con le trenta calciatrici a loro disposizione.

Il raduno che precederà l’inizio dell’avventura mondiale si è aperto con le dichiarazioni della Ct e di Sara Gama sull’accordo di partnership – rinnovato questa mattina nella sede FIGC di Roma dal presidente federale Gabriele Gravina e dall’amministratore delegato di TIM Pietro Labriola – che conferma TIM Top Partner delle Nazionali Italiane di calcio. “Al Mondiale vogliamo far innamorare nuovamente gli italiani del calcio femminile e fare il meglio possibile – ha dichiarato la Ct – TIM per noi sarà fondamentale: la Nuova Zelanda è lontana e sappiamo quanto sarà importante rimanere collegati con i nostri cari”. Un concetto ribadito anche dal capitano azzurro, che ha aggiunto: “C’è bisogno di chi crede nel nostro movimento sul lungo termine, facile essere al nostro fianco quando tutto brilla. La partnership con TIM significa che questo brand crede in noi, supportando un movimento che ha grandissime potenzialità. Possiamo crescere assieme, in una proficua relazione”.

Dopo aver pranzato con la squadra e prima di dirigere l’allenamento pomeridiano, Milena Bertolini ha risposto alle domande dei cronisti nella consueta conferenza stampa di inizio ritiro. “Saranno giornate importanti, abbiamo deciso di disputare una sola amichevole per poter lavorare sul campo, allenare nel migliore dei modi le calciatrici e cominciare a definire quegli aspetti che dal punto di vista tecnico, tattico e di gruppo saranno fondamentali durante il Mondiale”. La Ct, così come le senatrici azzurre, cercherà di favorire l’inserimento delle più giovani, quattro delle quali alla prima convocazione con la selezione maggiore. “Questo è il nostro ultimo raduno prima di iniziare la preparazione per il torneo iridato. Abbiamo con noi un gruppo allargato, ci sono ragazze che fino a qualche mese fa giocavano con le Nazionali Under 19 e Under 23, il nostro intento è di riuscire a far convivere giovani e meno giovani. Ci stiamo preparando con entusiasmo e motivazione, il Mondiale è un’opportunità fantastica per le calciatrici e ci faremo trovare pronte”.

Per questo ritiro è tornata ad essere convocata la storica capitana azzurra. “Felice di ritrovare Sara, ma non solo. Fra le veterane è importante anche il ritorno di Valentina Cernoia ed Elisa Bartoli. La difficoltà maggiore per me sarà definire le ventitré che andranno al Mondiale, perché ci sono giovani che si stanno mettendo in mostra e che stanno facendo bene. Quella di Martina Rosucci è invece una mancanza importante. Era una giocatrice fondamentale per la Nazionale sia per le sue qualità tecniche, tattiche, e si è visto quello che ha fatto nell’ultimo torneo disputato, ma anche come punto di riferimento interno alla squadra, è un leader importante, in campo e fuori”.

TCF

Fonte: FIGC