News

Italia-Brasile 0-1, Ct Bertolini: “Giuliani un portiere importante, Bergamaschi molto forte, a Cafferata ho fatto esprimere un desiderio”

11 Ottobre 2022 - 09:45


La Nazionale Italiana esce sconfitta di misura dall’amichevole di lusso disputata a Genova contro il Brasile. Alle Azzurre non è bastata una prova generosa contro la selezione verdeoro che ha punito nella ripresa con l’acuto vincente di Adriana. Queste le parole della Ct Milena Bertolini in conferenza stampa dopo la gara riportate da TMW:

“Abbiamo trovato un’accoglienza meravigliosa, un pubblico meraviglioso, in una cornice splendida. E’ stata une balla serata per noi perché c’era un clima di entusiasmo bellissimo con tante persone. Devo dire che Genova ha risposto benissimo”.

“Direi che le ragazze hanno fatto una grande partita. Non dobbiamo dimenticare il valore dell’avversario, che è molto forte. Probabilmente la differenza fra primo e secondo tempo è stato psicologico. Rientri in campo e subisci subito il gol. Ad assimilarlo e ripartire ci abbiamo messo un po’ e nel finale ci abbiamo provato. Io vedrei cosa c’è stato. Come ho visto le giovani? Bene. E’ chiaro che hanno grande potenzialità. Portano entusiasmo e bisogna accompagnarle e farle entrare nel momento giusto per non far vivere loro un senso di frustrazione. Le ragazze sono state brave. Poi era una partita top”.

“Giuliani sempre più in forma in Nazionale? Credo che il merito del primo tempo sia di tutta la squadra. Laura è un portiere importante, ha grande esperienza. La porta inviolata è dovuta ad un lavoro di tutta la squadra. Bergamaschi e Galli? Bergamaschi è una giocatrice di fascia. Aurora è stata adattata. E’ stata una scelta tattica, lei l’ha interpretata bene con le sue caratteristiche. Avremmo potuto sfruttarle maggiormente. Abbiamo giocato con lei come dovevamo giocare. Bergamaschi è una giocatrice molto forte. Il ruolo della fascia è dispendioso. Ci è mancato il gol ma la cosa che colpisce è che paradossalmente col possesso palla se non siamo state pari siamo state superiori. Significa che la squadra prova a giocare quando giochi contro squadre fisicamente molto più forti di te”.

“Se ho detto qualcosa in particolare a Cafferata? Abbiamo anche Durante (di giocatrici nate a Genova, ndr). E la cosa mi fa molto piacere. Cafferata non so se se lo aspettava. Quando è entrata le ho detto di esprimere un desiderio e non dirlo a nessuno. Queste ragazze hanno fatto un ritiro meraviglioso e tutte avrebbero meritato di giocare”.

“C’era un rigore nel finale per l’Italia? L’arbitraggio a livello interazione è diverso rispetto a quello in campionato. Dalla panchina sembrava anche a me se fosse stato rigore. Se ce lo avessero dato saremmo state contente”.

TCF (1 – segue)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *