News

Germania, Hendrich: “Sarà una Finale speciale, il tifo di Wembley per le inglesi una motivazione in più”

31 Luglio 2022 - 11:20


Cresce l’attesa attorno alla Finale dell’Europeo tra Inghilterra e Germania. Il difensore Kathy Hendrich, leader della retroguardia tedesca, ha parlato cosi in vista della sfida di We,bley:

“Quando giocammo quell’amichevole nel 2019 a Wembley davanti a tanti tifosi fu speciale. Non riuscivo a dormire la notte prima pensando a tutto, pensavo che probabilmente non sarebbe mai risuccesso di nuovo. Poi, all’improvviso abbiamo giocato al Camp Nou con il Wolfsburg, una semifinale di Champions League davanti a 90.000 tifosi. E stavolta la supereremo ancora una volta perché sarà la Finale dell’Europeo davanti a 90.000 persone. È pazzesco”.

“Sarà una serata speciale, ci saranno molti familiari e amici. Il nostro duro lavoro è stato premiato, ora vogliamo costruire su le nostre recenti esibizioni. Ma prima di tutto dobbiamo immergerci e godercela perché penso che ce la meritiamo. La pressione? Immagino che le aspettative per l’Inghilterra siano enormi. L’intero Paese è acceso, ma è lo stesso per noi in questo momento. È qualcosa di speciale per loro giocare una Finale nel loro Paese d’origine, in questo storico stadio e le giocatrici potranno risentirne. Spero che ne risentano un po’, perché per noi sarebbe un bene, ma non faremo affidamento sul loro nervosismo, siamo concentrati su noi stessi”.

“Sapere che la maggior parte dei tifosi di Wembley farà il tifo per i nostri avversari ci motiva. Ne abbiamo parlato come squadra, anche con le giocatrici più giovani. Syd Lohmann ha detto che quando hanno giocato col Bayern a Parigi di recente l’intero lo stadio era contro di loro, e ci ha detto che ha dato loro la spinta di cui avevano bisogno. È stato lo stesso per noi del Wolfsburg a Barcellona, ​​dove l’intero stadio era contro di noi. Ci motiva a metterli a tacere, è il nostro obiettivo.”

“L’Inghilterra sarà la nostra avversaria più tosta finora affrontata? Finora non abbiamo avuto partite facili. Affronteremo una squadra che può fare tutto. Sanno come difendere e come vogliono giocare e sono variabili in attacco. Dobbiamo solo concentrarci su noi stessi. Non siamo abituati a concentrarci troppo sui nostri avversari, vogliamo fare il nostro gioco”.  


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *