News

Fiorentina, Zanoli: “È stato un anno difficile per me, ma sono cresciuta e che emozione il ritorno in campo in maglia Viola”

29 Maggio 2022 - 15:20


È stata certamente un’annata sfortunata per Martina Zanoli. Il gioiellino della Fiorentina Femminile, una delle giovani di maggior talento del nostro calcio, ha infatti riportato un grave infortunio al ginocchio nella prima parte della stagione ed è stata costretta ai box per quasi tutto il campionato. Grazie al suo grande lavoro assieme allo staff viola il terzino è però riuscita a tornare in campo per l’ultima vittoriosa giornata. Queste le sue parole condivise sui social per ripercorrere tutta la sua particolare annata:

“Il 1’ ottobre, giorno dell’operazione, è iniziato il mio percorso. Mi ricordo ancora come se fosse ieri tutte le paure e le preoccupazioni a cui non riuscivo a non pensare… non sapevo come affrontare l’infortunio, non sapevo se sarei riuscita a reagire ma soprattutto avevo paura di non riuscire a tornare come prima. Sono stati 7 mesi lunghi, difficili e impegnativi 7 mesi in cui sono cresciuta tanto, in cui ho lavorato duramente, in cui mi sono presa cura di me, in cui ho imparato che ogni piccolo miglioramento poteva fare la differenza. Non è stato per niente facile, ho cercato di non abbattermi mai e di alzare sempre la testa tra le tante difficoltà che mi si presentavano davanti. Ho imparato giorno dopo giorno a superare quelle giornate in cui niente va per il verso giusto. Ho imparato ad apprezzare ogni singola cosa, ogni piccolo obiettivo raggiunto. Ho imparato quanto sia importante appoggiarsi sulle spalle di qualcuno quando ne senti il bisogno. Per questo, grazie a tutte le persone che mi sono state vicino, alla mia famiglia, a Villa Stuart in particolare al professor Mariani e la sua equipe, alla mia squadra, alle mie compagne e infine ma non per ordine di importanza allo staff sanitario Alice Bartolini, Elisa Peccini, Costanza Delli soprattutto Andrea Magro e Giacomo Palchetti che sono stati i miei due angeli custodi e mi hanno accompagnata in questo lungo percorso. Vi ringrazio per avermi dato un po’ di leggerezza, per avermi supportata e sopportata (soprattutto), per essermi stati accanto, senza di voi, con la vostra professionalità e pazienza non ce l’avrei mai fatta. È stata una grandissima emozione rientrare in campo e indossare questa maglia dopo così tanto tempo, mi mancava tanto provare le emozioni che solo il calcio, la mia più grande passione (e oggi lo posso dire fermamente il mio lavoro) ti può regalare… È stato un anno particolarmente complicato, ma sono fiera del percorso che ho fatto e nonostante le difficoltà orgogliosa della squadra che siamo diventate”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *