News

Finale Barça-Lione, Gravina: “Torino la scelta migliore per un evento di questa portata”

21 Maggio 2022 - 07:15


L’attesa è finita. Oggi è il grande giorno della finale di UEFA Women’s Champions League: di fronte, il Barcellona campione d’Europa in carica e il Lione, che aveva conquistato le precedenti cinque edizioni dal 2016 al 2020. C’è grande attesa a Torino e allo Juventus Stadium: in città, da giorni ci sono bandiere blu con il logo della Women’s Champions League a decorare il centro storico e la zona delle stazioni ferroviarie, mentre lo stadio si prepara ad accogliere i tifosi provenienti dalla Spagna e dalla Francia, oltre ai tanti appassionati italiani che arriveranno per godersi uno spettacolo unico. La prevendita ha superato quota 35.000, per un evento che torna a giocarsi in Italia a distanza di sei anni dalla sfida di Reggio Emilia tra Lione e Wolfsburg che aprì la serie vincente della squadra francese: di questi, circa 13.000 provenienti da Barcellona e circa 3.500 dalla Francia.

“Non c’è cornice migliore di Torino per ospitare questa splendida partita, in uno stadio che ha già fatto la storia ospitando competizioni internazionali e facendo registrare il record di presenze per un evento di calcio femminile in Italia – le parole del presidente federale Gabriele Gravina -. Sono questi gli elementi fondamentali che faranno da sfondo a uno degli eventi sportivi dell’anno. Lo spettacolo sarà garantito dalle due migliori formazioni europee, al termine di una stagione che ha definitivamente consacrato il calcio femminile, frantumando record di capienza negli stadi, di ascolti televisivi e interazioni sui social”. La gara inizierà alle ore 19 e sarà trasmessa in diretta su DAZN, sia sulla app che sul canale YouTube.

A guidare il Barcellona ci sarà il pallone d’oro in carica Alexia Putellas, capocannoniere della Women’s Champions League con dieci reti, le stesse segnate dalla tedesca Tabea Wassmuth del Wolfsburg, quest’ultimo eliminato proprio dalle blaugrana. Nel Lione, invece, occhi sulla campionessa norvegese Ada Hegerberg, miglior marcatrice di tutti i tempi della competizione e che nel 2019 – quando Barcellona e Lione si trovarono di fronte in finale, a Budapest – segnò tre gol in 17 minuti, tra il 14′ e il 30′, in una finale dominata dal Lione (4-1). Per le francesi sarà la decima finale di UEFA Women’s Champions League, con la possibilità di alzare per l’ottava volta il trofeo: il capitano è Wendie Renard, l’unica donna della storia del calcio ad aver superato le 100 presenze nella competizione. Decima finale su dieci per Renard e per il portiere Bouhaddi, che – al pari dell’attaccante Eugenie Le Sommer – puntano a vincere l’ottava Champions League della loro carriera.

Nel pomeriggio, presso gli impianti del Venaria Calcio, la finale sarà preceduta da un’attività riservata alle scuole calcio del Piemonte nell’ambito del progetto legacy #ungiocodaragazze associato alla finale di Women’s Champions League e realizzato dalla Figc attraverso il Settore Giovanile e Scolastico in collaborazione con UEFA, Regione Piemonte e Comune di Torino. Sarà presente, come già accaduto in occasione degli altri eventi di avvicinamento alla partita, Ilaria Mauro – ambassador della finale -, e ci sarà anche la coppa che sarà poi alzata dalla vincitrice della Women’s Champions League. Allo Juventus Stadium, per la cerimonia di apertura, oltre a Ilaria Mauro ci sarà anche un altro degli ambassador, Claudio Marchisio.

TCF

(Fonte: FIGC)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *