News

Esclusiva TCF – Parma, Pangrazi: “Il primo obiettivo è vincere il campionato di Eccellenza, che gioia festeggiare la giovane Sicuri prima crociata a vestire la maglia della Nazionale”

6 Aprile 2022 - 12:25


Seconda parte dell’intervento di Federico Pangrazi, coordinatore Responsabile dell’area femminile del Parma.

Come vive la città il calcio femminile?

“Chiaramente il punto di riferimento dei tifosi è sempre, prima di tutto, il Parma maschile, ma negli ultimi anni l’interesse per il femminile è decisamente aumentato e c’è curiosità per quello che stiamo facendo e così gli organi di informazione locali si stanno interessando di più del movimento, dando sempre più spazio alle squadre del territorio”.

Quali, dal punto di vista sportivo, gli obiettivi di quest’anno del Parma Femminile e quelli futuri?

“Come dicevo prima, gli obiettivi della società sono particolarmente ambiziosi: nel breve periodo quello che ci è stato espressamente richiesto è di vincere, con la prima squadra, il campionato di Eccellenza Femminile, ma, pur non avendo avuto indicazioni o obblighi al riguardo, stiamo facendo molto bene anche con le Giovanili, dove proseguono i confortanti segnali di crescita: con le ragazze del 2008 siamo arrivate sul podio (terzo posto) della Danone Nations Cup nelle Finali di Roma; con le Under 17 con tre turni di anticipo ci siamo qualificate alle Fasi Nazionali, l’Under 15, a propria volta, è vicina alla qualificazioni, mentre la Juniores Under 19 è finalista del Campionato Regionale e proprio questo sabato, sul neutro del Mapei Center di Sassuolo, affronterà il Bologna. La prima squadra, al momento, è in testa a punteggio pieno, dopo tre partite, nella Poule Promozione, e domenica se la vedrà con le Biancorosse Piacenza (seconde con 7 punti), l’unica squadra non solo capace di batterci, ma di segnarci un gol, nella prima fase..”

Come è maturata la scelta dei quadri tecnici?

“Per la prima squadra avevamo scelto mister Ilenia Nicoli, che non era mai scesa sotto la B, perché avevamo programmato una serie C ambiziosa: dopo il mancato ripescaggio, tuttavia, lei ha sposato in pieno il nostro progetto, indipendentemente dalla categoria e noi ce la siamo tenuti stretta. Gli allenatori del Settore Giovanile, invece, sono cresciuti con noi”.

Negli Stati Uniti il calcio femminile e lo sport più praticato e amato dalle ragazze: voi avete una proprietà americana, questo può spingere il progetto del Parma Femminile?

“Decisamente sì, la proprietà è molto sensibile all’area femminile, il presidente Kyle Krause, con il figlio Oliver ed il suo entourage è venuto a vedere il nostro derby con il Fraore su un piccolo campo di periferia – l’”Alberto Longhi e Luigi Chiapponi” – accomodandosi sui gradoni della minuscola struttura come i normali tifosi, seguendo con attenzione la partita, dandoci il suo sostegno. Il Presidente aveva anche voluto conoscere in prima persona la nostra Marta Sicuri, calciatrice cresciuta nel nostro vivaio, che è passata alla storia per essere stata la prima Crociata ad aver avuto l’onore di vestire la maglia della Nazionale (Under 16). Ma non solo il Presidente: dal gruppo Krause sono venuti importanti dirigenti come la Diversity, Equity & Inclusion manager, Heather Scott, che era stata accolta con striscioni di benvenuto e bandiere italo-americane dalle nostre ragazze dell’Under 17, dopo la partita col Nubilaria giocata qualche mese fa a Noceto. In questi giorni Heather – come il Presidente Krause ed altri dirigenti del gruppo, è in Italia per seguire la Nazionale Femminile che Venerdì 8 aprile giocherà l’importante gara di qualificazione Mondiale allo Stadio Tardini – e si è già informata sui nostri prossimi appuntamenti…”.

TCF (2 – fine)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *