Esclusiva TCF – Mister Spagnolli: “Io, Allegri e un mondo che mi ha conquistato”


E’ alla sua prima esperienza nel calcio femminile. “Dopo aver fatto per tanti anni il secondo nel maschile in Serie D a Trento ho pensato che era arrivato il momento di metterci la faccia”. Massimo Spagnolli, attuale tecnico del Trento Femminile, ha ascoltato con curiosità la proposta dei dirigenti trentini. E ha accettato la sfida. La Serie C femminile.

“Certi preconcetti sono stati spazzati via in pochi minuti. Le donne calciatrici hanno una marcia in più”.

Perché ha scelto di imboccare questa nuova strada?

“Lo confesso, è stata una scelta al buio. Mi ha convinto la solidità di una società che ha idee chiare e un progetto valido. Dopo i primi mesi di lavoro non posso che confermare che il Trento Femminile ha basi importanti. Le condizioni giuste per lavorare bene”.

Come è stato il rapporto con le calciatrici?

“Sono esigenti. Hanno una continua voglia di migliorarsi. E tutto questo è frutto solo e soltanto di passione visto che di soldi non ne girano. Le calciatrici vogliono capire bene le idee di un allenatore. Poi, se le condividono allora sono pronte a gettarsi nel fuoco pur di ottenere certo risultati. Nel maschile tutto questo coinvolgimento non esiste”.

I tuoi modelli da allenatore?

“Mi piace il calcio di Allegri. Che è fatto di semplicità e della capacità di valorizzare il patrimonio tecnico che ti viene messo a disposizione. E apprezzo l’idea di Sarri di esaltare la fase offensiva. Da ex attaccante, con esperienze in C a Catania e a Padova, non potrei che essere felice di essere allenato da uno come lui”.

TCF (1 – segue)