News

Esclusiva TCF – Mister Panico: “Dopo l’incredibile salvezza non pensavo di restare senza squadra, farò il tifo per il Pomigliano e in particolare per le mie quattro vecchie allieve”

24 Agosto 2022 - 18:00


“Dopo aver compiuto l’impresa di centrare la salvezza con il Pomigliano sinceramente non pensavo di restare senza squadra. Questo è il calcio. A volte ha regole strane”. Ha ragione Domenico Panico. Il fatto che sia nell’elenco dei tecnici disoccupati suona beffardo. Nel suo primo impatto con la Serie A femminile ha dimostrato tutte le sue qualità. Proponendo un calcio pieni di idee, di intensità. Il suo Pomigliano ha conquistare un’incredibile salvezza attraverso il gioco e l’identità dello spogliatoio. “Il calcio femminile -spiega a TCF mi ha conquistato. In estate avevo avuto anche delle offerte per tornare a lavorare nel maschile. Però ormai ho fatto la mia scelta. Le calciatrici sono piene di passione, di entusiasmo. Se hanno fiducia in quello che insegni ti seguono con tutto il loro impegno. Speriamo arrivi presto l’occasione giusta per tornare in panchina. Non mi interessa tanto la categoria quanto la possibilità di sviluppare il mio calcio. Nel femminile ci sono grandi margini di crescita”.

Continuerà a seguire il Pomigliano con grande affetto. “In particolare le quattro ragazze del mio gruppo che sono rimaste (Cetinja, Ferrario, Apicella e Fusini, ndr). Sinceramente visto che la società ha cambiato Direttore e tecnico pensavo che il Presidente Pipola avrebbe confermato molte più calciatrici. Comunque è inevitabile guardare con affetto a un club che sfida i giganti del calcio con le proprie risorse.  Il Presidente Pipola è stato fantastico nel riuscire a difendere la Serie A, una sfida legata anche al ricordo della figlia”.

Gli piace anche come è stata costruita la squadra campana. “Mister Romaniello lo conosco, è uno molto preparato. E le due attaccanti brasiliane mi dicono siano di grande valore. Insomma, il Pomigliano ha la possibilità di centrare un altro clamoroso risultato”.

TCF (1 – segue)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *