Esclusiva TCF – Lucia Pirola: “Milan, attenzione ai calci piazzati con la Juve. Alle bianconere prenderei Boattin e Hurtig”


Seconda parte dell’intervista che Lucia Pirola, speaker di Radio Rossonera ed esperta di calcio femminile, a concesso a TCF per anticipare la sfida Scudetto tra Juventus e Milan in programma domenica. Queste le sue riflessioni:

Giacinti-Dowie: la capitana sta attraversando un bel momento di forma, l’inglese sente i big match. Potrebbero essere loro le eventuali match winner o magari una “insospettabile” come Giorgia Spinelli?

“Tatticamente non riesco proprio ad immaginare chi possa essere determinante, soprattutto perchè il Milan si trova davanti una squadra esperta e che difficilmente si fa sorprendere. Per questo motivo credo che l’unica arma a disposizione delle rossonere credo sia un gioco attento e soprattutto veloce, come si è visto nella scorsa gara contro la Pink Bari. Spinelli potrebbe essere più arma da calci piazzati, dove però anche la Juventus ha centimetri e fisico a disposizione, Giacinti invece ha dalla sua progressioni e intuizioni fuori dagli schemi, ma ormai è ben nota e le bianconere prenderanno le misure necessarie”.

In casa Juve: quella a disposizione di Rita Guarino, è la rosa più forte e più preparata dell’ultimo triennio per incontri come questi?

“È sicuramente una squadra consolidata, cosa che poche altre formazioni possono vantare in questo campionato, e questa è una caratteristica che non ha prezzo. E d’altronde, che altro si può dire di una formazione che non ha sbagliato un singolo appuntamento finora in campionato?”

Cristiana Girelli viaggia più o meno a un gol di media a partita. Come si argina? Cercando di marcarla in maniera strettissima o provando a inaridire le fonti di gioco che spesso le fanno arrivare il pallone in posizione favorevole?

“Penso che arginare i rifornimenti in avanti sia fondamentale, ma non si può certo prescindere da una fase difensiva attenta anche in fase di marcatura, soprattutto sui calci piazzati, da cui è arrivata la maggior parte dei gol subiti dal Milan. Per il resto, non invidio mister Ganz…”.

Se avessi la possibilità per una giornata di scambiare una giocatrice della Juventus e una del Milan, quale bianconera vedresti bene fra le rossonere e viceversa?

“Dalla Juventus prendo Boattin o Hurtig, ma solo a patto di tenere tutte le rossonere!”

Michele Cassano