News

Esclusiva TCF – Jesina, Gallea: “Sogno di vincere questo campionato e di disputare la B con questa maglia, in futuro mi piacerebbe costruirmi una carriera nel giornalismo sportivo”

20 Settembre 2022 - 12:30


Terza e ultima parte dell’intervista di TCF a Camila Gallea. La giocatrice argentina ha parlato infine della sua vita fuori dal campo, di alcuni dei suoi momenti migliori della carriera e dei suoi sogni futuri:

Che tipo di persona sei fuori dal campo? Cosa ti piace fare nel tempo libero? Hai degli hobby?

“Sarebbe più giusto che a questa domanda rispondesse chi mi conosce, però mi considero una persona divertente, che trasmette molta energia. Nel tempo libero sono meno sofisticata di quanto possa sembrare all’apparenza: come molti argentini mi piace bere il mate, ma anche cucinare. Andare a fare una semplice passeggiata oppure in palestra, guardare partite di calcio. E soprattutto mi piace condividere sempre questi momenti con le persone che più amo”.

Ti piace di più mangiare o cucinare? Qual è il tuo piatto preferito?

“Cucinare mi piace davvero tanto. E mi diverto a creare sia piatti dolci che salati. Il mio cibo preferito invece, da buona argentina che si rispetti, è la carne. L’arrosto in particolare”.

La partita che hai giocato nell’arco della tua carriera e che ti è rimasta più impressa.

“La partita più emozionante che ho vissuto da protagonista è stata sicuramente la finale per il terzo e quarto posto della Coppa Libertadores del 2017. Io indossavo la maglia del River Plate e ci toccarono come avversarie le paraguaiane del Cerro Porteno. Vincemmo 2-1, realizzando il goal della vittoria al 92esimo minuto!”

Il goal o l’episodio più importante che ricordi del tuo percorso calcistico.

“Mi viene subito in mente la rete che ho realizzato nel 2018 con la maglia dello Junior Club Baranquilla, in Colombia, contro il Real Cartagena! Fu il mio primo goal da professionista e lo realizzai nella splendida cornice del Metropolitan Stadium, quello dove gioca sempre la Nazionale Colombiana maschile. Che emozione!”

Qual è il tuo sogno nel cassetto da un punto di vista personale e da un punto di vista calcistico?

“Entrambi i miei sogni hanno affinità calcistiche: sogno di vincere questo campionato e di disputare la Serie B con la maglia della Jesina. E, senza voler volare troppo in alto con la fantasia, mi piacerebbe anche esordire in Champions League prima di appendere le scarpette al chiodo”.

Per concludere, come si vede Camila Gallea una volta conclusa la sua carriera da calciatrice? Resterai nel mondo del calcio o hai altri progetti?

“Sono una persona che vive molto alla giornata anche nella quotidianità. Sicuramente sarò sempre legata al mondo del calcio che, oggi e da molti anni, è tutta la mia vita. Se però non dovessi rimanere a fare qualcosa attinente il campo da gioco, mi piacerebbe e non poco, costruirmi una carriera nel giornalismo sportivo”.

Ringraziamo Camila per la disponibilità. È stato bello intervistare una ragazza così semplice, ma piena di energia ed una calciatrice così determinata e senza fronzoli. A sentirla parlare, sembra che con lei non si faranno mai voli pindarici, ma, potete starne certi, si resterà sempre a galleggiare fra le nuvole.

TCF (3 – fine)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *