News

Esclusiva TCF – Giulia Fusco: “Io, il mito Federer e il lavoro in una serra”

28 Settembre 2022 - 15:35


Ultima parte dell’intervista a Giulia Fusco, mezzala della neo promossa Cantera Adriatica. La giocatrice abruzzese ha alle spalle esperienze in Serie A nel Roseto.

“Come è nata la mia passione per il calcio? A sei anni andavo a vedere mio fratello Pino. Ora lui è in Sardegna, fa il poliziotto e ha chiuso con il pallone. Io, invece, continuo a divertirmi. La passione è più forte della stanchezza. Io lavoro in una serra, arrivo a casa stanca ma vado comunque ad allenarmi. E per giocare contro il Crotone ho dovuto chiedere mezza giornata di permesso”.

I tuoi modelli?

“Non ne ho di calcistici. Io adoro lo sportivo che rappresenta un simbolo di lealtà, di classe. Ad esempio ho un debole per Federer che ha appena deciso di chiudere l’attività agonostica ma che ha lasciato un segno indelebile”.

Nel prossimo turno di campionato affronterete il Matera.

“Cercheremo di sfruttare l’entusiasmo della prima vittoria. Ma in questo campionato ogni partita è terribile”.

TCF (3 – fine)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *