News

Esclusiva TCF – Cantera Adriatica, Gabrielli: “Vi racconto il gol che ho segnato e la storia di Anna Iurino”

20 Luglio 2022 - 17:05


La Cantera Adriatica Pescara, neo promossa in Serie C, raccontata da coach Alessandra Gabrielli ai microfoni di TCF: “Nel campionato appena concluso ho anche segnato un gol da portiere”.

Puoi raccontarlo?

“Mi sono inventata portiere perchè la titolare si era infortunata. Nell’ultima gara di campionato, con la promozione in tasca, ho detto alle mie compagne che sull’ultimo calcio d’angolo sarei salita in attacco per fare gol”.

Una sfida curiosa.

“In carriera ho segnato diverse reti ma da portiere… La mia compagna ha battuto un angolo perfetto, un’altra ha tagliato in area per portare via il difensore e io ho fatto centro di testa. Pensa, avevo detto al presidente di restare fino all’ultimo per non perdersi questa mia prodezza. Purtroppo…”.

Purtroppo?

“Non c’è nessuno che ha ripreso la mia rete. Un vero peccato”.

Quale sarà l’obiettivo della prossima stagione della Cantera Adriatrica?

“Noi giochiamo per vincere. Le mie ragazze non le cambierei con nessuna calciatrice di un’altra squadra”.

Il torneo è di un livello importante.

“Saremo all’altezza. Abbiamo già individuato 7-8 nuove calciatrici. Me le sono andate a cercare in giro per la Regione. E ho spiegato loro la mia sfida. Non mi interessa chi gioca a calcio solo per divertirsi. Io voglio calciatrici determinate a vincere. Ti racconto la storia dell’ultima arrivata”.

Prego.

“Ho incontrato Anna Maria Iurino. Ha quasi diciotto anni ed è venuta a trovarmi insieme ai genitori. Lei mi piace come calciatrrice. Del resto, ha militato nel Bari e anche nel Torino Women. Però vive a quattro ore da Pescara. Mi ha chiesto di pagarle una camera. Ma noi non abbiamo soldi, purtroppo. E questo le ho dovuto dire con la morte nel cuore. Però lei ha deciso di rinunciare alla festa per il suo diciottesimo e di spendere i soldi per affittare una stanza. Avete capito che spirito ha la mia squadra?”

Applausi.

TCF (2 – fine)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *