News

Commento TCF – Wolfsburg spietato, Roma battuta 4-2 in Champions

8 Dicembre 2022 - 19:55


All’AOK Stadion di Wolfsburg, le padrone di casa hanno affrontato la Roma Femminile nella quarta giornata della fase a gironi della Uefa Women’s Champions League. Sette punti a testa per le due squadre, in testa al gruppo B a più quattro sul St. Pölten. Si sono inoltre affrontate due capoliste anche in patria: nove vittorie in nove partite per le tedesche, otto successi di fila per le capitoline in Serie A, a più sei sulla Juve, da affrontare nel giro di pochi giorni.

Alla fine, dopo una partita tosta e divertente, è stato il Wolfsburg a far valere di più la sua esperienza internazionale, ottenendo un netto successo per 4-2. La Roma ci ha provato, ma è stata fragile come non mai in difesa, contro un avversario cinico e preciso. D’altronde, era chiara la difficoltà del match, e così Giugliano e compagne si giocheranno tutto la settimana prossima a Latina, contro il Pölten.

Il primo tempo ha visto le ospiti iniziare meglio, con più verve: venti minuti di buon calcio, in cui Haavi ha tentato la rete con un rasoterra, respinto da Frohms. Nelle biancoverdi al quarto d’ora è entrata Jonsdottir al posto dell’infortunata Roord, e l’islandese si è fatta sentire, mandando in grande difficoltà Bartoli.

L’esterno di fascia ha prima fornito un ottimo assist per l’1-0 di Pajor, dopo si è messa in proprio e ha realizzato su gran suggerimento di Oberdorf. La Roma ha reagito con un bel destro di Giugliano, parato, e con una meravigliosa rete di Andressa, a due minuti dal raddoppio tedesco: sbaglia Lattwein e parabola dai quaranta metri della brasiliana, che sorprende Frohms fuori dai pali.

Nella ripresa il Wolfsburg ha iniziato forte, chiudendo il match in soli due minuti. Al 52esimo Lattwein ha segnato di testa in mischia, un gol abbastanza fortunoso, non lo è stato invece il 4-1 sessanta secondi più tardi, perché il cross di Huth e lo stacco di Pajor, alla doppietta personale, sono da manuale del calcio. La Roma si è riorganizzata troppo tardi, e c’è da dire che qualche chance l’ha avuta, soprattutto con Haavi, che ha incredibilmente calciato addosso al portiere avversario da pochi passi.

Il finale è stato spumeggiante e divertente come il resto del match: Serturini ha fallito un’occasione colossale sola davanti al portiere, ma è stata imitata poco dopo da Jonsdottir. La numero quindici, positiva dalla panchina, ha poi messo dentro la palla volante che Roman Haug ha deviato in rete, per l’ultima emozione dell’incontro.

È finita quindi 4-2 per il Wolfsburg, che è così volato a dieci punti, in testa da solo nel girone B. La Roma ha peccato in difesa e non ha sfruttato al meglio alcune palle gol, e ora spera che lo Slavia faccia un dispetto al St. Pölten stasera.

Dario Damiano


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *