News

Commento TCF – Vince il Brasile contro un’Italia spuntata in una gara poco entusiasmante

10 Ottobre 2022 - 18:40


Si è giocata nella splendida cornice del Ferraris di Genova l’amichevole internazionale tra Italia e Brasile, test importante per le Azzurre in vista del Mondiale. Milena Bertolini, alle prese con numerose assenze, ha reinventato la squadra, mentre Pia Sundhage ha confermato per dieci undicesimi le ragazze che pochi giorni fa avevano battuto 4-1 una squadra esperta come la Norvegia.

Alla fine l’ha spuntata il Brasile, vincitore per 0-1 in una gara poco entusiasmante. È stata la settima vittoria, più un pareggio, in otto incontri con l’Italia. La Nazionale, abbastanza solida dietro, ha creato pochissimo in avanti: un tiro in porta e tre totali, sicuramente troppo poco.

Il primo tempo è stato davvero poco spettacolare: l’Italia, schierata con un inusuale 3-5-2, ha fatto moltissima fatica ad innescare le proprie punte, tanto che nei primi 45 minuti delle Azzurre c’è da segnalare solo un rasoterra di Giacinti, ben parato da Leticia in un uno contro uno.

D’altro canto anche il Brasile non è stato certo incredibile, avendo in totale due occasioni, entrambe con Geyse Ferreira: nel primo caso il suo colpo di testa da corner viene alzato da Giuliani, nel secondo il suo tocco di punta finisce fuori di un niente, dopo un’incomprensione in uscita tra la portiere e Filangeri. Per il resto ritmi bassi, tanto possesso e qualche errore di troppo.

Nella ripresa Bertolini non ha cambiato l’assetto della squadra inizialmente, inserendo Durante al posto di Giuliani tra i pali. L’estremo difensore dell’inter, purtroppo per lei e per noi, ha subito lo 0-1 dopo un minuto dal suo ingresso in campo: Galli non ha letto bene un lancio dalle retrovie, consentendo ad Adriana un destro preciso nell’angolino basso.

Fino a venti minuti dalla fine la reazione italiana non è andata oltre a un tiro telefonato di Boattin, a lato di parecchio, e così la Ct ha rivoltato la squadra, inserendo due punte di peso come Cantore e Polli per Greggi e Galli. Una rivoluzione che non ha portato a granché: reazione nervorsa più che altro delle padrone di casa, mentre le avversarie hanno sfiorato il raddoppio con un tiro di Kerolin e un colpo di testa di Tainara.

È finita quindi 0-1 per il Brasile, esattamente come tre anni fa al Mondiale, con l’Italia che non riesce a sfatare il tabù sudamericano. Bertolini si è detta comunque soddisfatta dell’atteggiamento della squadra che stata, però, troppo sterile in fase offensiva.

Dario Damiano


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *