News

Commento TCF – Infinita Roma, 5-4 ai rigori col Paris e il sogno continua!

21 Agosto 2022 - 20:05


È grande festa in casa Roma Femminile. Al termine di una sfida infinita contro le temibili francesi del Paris FC, le giallorosse passano ai calci di rigori superando cosi il primo turno di qualificazione alla fase a gironi della Women’s Champions League. È stata una partita tirata, la squadra di Spugna ha dimostrato di potersela giocare ampiamente a questi livelli. Soffrendo in qualche circostanza soprattutto le iniziative della possente Sarr ma tenendo bene il campo, dimostrando personalità e alla fine creando le occasioni da gol più pericolose. E di conseguenza meritando ai punti di vincere questa sfida.

Nella prima frazione di gioco la Roma tiene maggiormente il pallino del gioco senza però riuscire a preoccupare più di tanto il Paris in fase difensiva, mentre l’occasione più nitida c’è l’ha sui piede proprio la numero 21 delle francesi, che con un diagonale mancino grazia le giallorosse. La ripresa, al netto di un rischioso intervento scomposto di Linari che costringe Ceasar a un colpo di reni per salvare la propria porta, è invece un monologo della formazione di Mister Spugna, che crea tantissimo ma non riesce a trovare la zampana vincente con Haavi, con Glionna (traversa), Giacinti e Minami (salvataggio sulla linea).

I supplementari scivolano via invece senza troppe emozioni. L’intensità cala naturalmente e si registrano soltanto due occasioni degne di nota. Una per parte. La traversa di testa colpita della solita Sarr e la deviazione volante, sugli sviluppi di un corner, di capitan Bartoli ben deviata dal portiere avversario. Si va ai calci di rigore e negli occhi dei tifosi giallorossi riaffiorano i ricordi dei vittoriosi penalty contro il Milan in Finale di Coppa Italia 2021. E infatti Ceasar si traveste nuovamente da pararigori ipnotizzando Matèo. Giugliano, Andressa, Serturini, Linari e Haavi sono perfette e la Roma può continuare, meritatamente, a sognare i gironi della prestigiosa Coppa.

TCF


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *