News

Commento TCF – Dominio Juve con la Viola: decidono Beerensteyn e Bonansea

30 Ottobre 2022 - 14:30


Lo scontro d’alta classifica tra la Juventus e la Fiorentina termina con il risultato di 2 a 0 a favore delle bianconere che si portano in classifica a stretto contatto della squadra Viola ed a quattro punti dalla capolista Roma. La partita è impostata dalle due squadre su un buon ritmo, con le bianconere che riescono a trovare ampi spazi sulla fascia sinistra dove Beerensteyn, con la sua velocità e con il supporto di Boattin, riesce a superare in maniera quasi continua il proprio avversario diretto. Al 7° minuto ci prova Bonansea, oggi più lucida ed ordinata del solito, ad impensierire la porta viola con un tiro dal limite dell’area che scheggia la traversa. Tre minuti dopo ci pensa Johansdottir a mettere in allarme la difesa bianconera con un colpo di testa da non più di cinque metri che termina alto sulla traversa.

Al 15° la Juventus sblocca il risultato con una discesa travolgente dalla metà campo di Beerensteyn che coglie impreparata una difesa viola, penetra in area e trafigge con un preciso rasoterra all’angolino una incolpevole Schoffenegger. La formazione bianconera si dimostra più pratica in attacco e decisa ad ottenere il raddoppio mentre la Fiorentina si difende con ordine anche se il filtro delle proprie centrocampiste risulta quasi inesistente e permette alle avversarie di produrre gioco e qualche occasione da gol. Come al 42°, quando Parisi salva sulla linea di porta una chiara occasione da rete per la Juve. Il primo tempo termina quindi con una rete di vantaggio per le ragazze di Montemurro sulla Fiorentina. La partita è ancora aperta ma le Viola hanno faticato a rendersi pericolose in fase offensiva.

La Juventus però si dimostra una squadra ben collaudata e solida in ogni reparto, dotata di alcune individualità che possono dare in qualsiasi momento un’impronta ben precisa alla partita. Dopo i primi venti minuti di gioco equilibrato fra le due squadre con una sola netta occasione dell’attaccante gigliato Kajan che spreca sparando alto da distanza ravvicinata, al 67° si assiste infatti al raddoppio delle bianconere con Bonansea. L’attaccante si libera in area e supera il portiere viola con un tiro preciso che finisce in fondo alla rete. Alcune sostituzioni nelle due squadre servono a ravvivare il gioco e ad allungare le squadre. E’ in questo periodo che fioccano le occasioni da una parte e dall’altra: all’83° una bella girata di Longo finisce fra le mani di Peyraud-Magnin, mentre all’86° Johannsdottir riesce a sprecare un colpo di testa facile da non più di cinque metri. Ma è la compagine bianconera che sfiora ancora il terzo gol con Cantore all’87°, il cui bel tiro sbatte sul palo interno, e con Zamanian, che un paio di minuti più tardi impegna il portiere viola con una bella parata in tuffo.

Si conclude così una bella partita, giocata su alti livelli agonistici e tattici dalle due squadre. Una sfida che ribadisce, nonostante la sconfitta, il buon inizio di campionato della formazione viola. Dall’altra parte la Juventus si rilancia dopo il kappaò contro il Milan e non vede cosi scappare in classifica la Roma capolista, la rivale principale nella corsa alla Scudetto. Tutto questo grazie all’ampia rosa di giocatrici ed alle individualità, soprattutto nel reparto offensivo, a disposizione di Mister Montemurro.

Gabriele Ceccarelli


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *