News

Commento TCF – Delusione Azzurra, perdiamo anche con l’Irlanda del Nord

15 Novembre 2022 - 21:05


Figuraccia Azzurra. Una deludente Italia viene battuta a Belfast da una coraggiosa Irlanda del Nord. Finisce 1 a 0 con gol di McFadden ed è bene dire che le verdi non hanno rubato niente. Anzi, nel finale del secondo tempo hanno anche sfiorato il raddoppio. E’ vero, era solo un’amichevole. Ma dopo il passo falso con l’Austria arriva un altro risultato negativo che dovrà far riflettere Milena Bertolini. Responsabile, in queste due gare, di alcune scelte a dir poco discutibili. Non è con questa Italia che possiamo pensare di essere protagoniste ai Mondiali. Avremo il coraggio di battere nuove strade? Forse abbiamo il dovere di battere nuove strade.

Il primo tempo scivola via senza grandi squilli. Più possesso palla per la Nazionale di Milena Bertolini, più ripartenze per le padrone di casa. L’Italia parte con la difesa a tre (con Boattin spostata al centro) e con Bonansea e Girelli punte. Funziona bene Cafferata sulla corsia di destra. E si muove bene Bonansea che cerca la rete in un paio di occasioni muovendosi tra le linee. Al 24′ la palla gol più nitida per le Azzurre nella prima frazione di gioco con una triangolazione Giugliano-Bonansea-Giugliano chiusa dalla centrocampista dela Roma con un esterno che termina di poco sul fondo. Nel fnale si fanno vive le verdi irlandesi con un destro dalla distanza di Caldwell che termina alto. Con Giuliani, però, in controllo.

A inizio ripresa la cittì Bertolni inserisce Cantore al posto d Bonansea. Bella ripartenza azzurra con Glionna che cerca al centro dell’area Simonetti ma il servizio non è preciso. L’Italia ci mette grinta. E impegno. Ma manca un pò di qualità negli ultimi trenta metri. Tra l’altro la Nazionale riesce solo di rado a proporre cross per le conclusioni aeree di Girelli. L’Irlanda del Nord entra a lampi nella gara. Giuliani è molto brava su una conclusione ravvicinata di Andrews. Ma deve arrendersi su un tap-in vincente di Mc Fadden. Dimenticata dalla difesa azzurra.

Bertolini corre ai ripari inserendo tre titolari come Giacinti, Linari e Linari. E finalmente l’Italia passa al 4-3-3. Le Azzurre ora hanno più fluidità nella fase offensiva. Sfiora il gol Caruso, su un’azione da calcio piazzato. Ci prova Girelli. Ma in contropiede è l’Irlanda ad andare a un passo dal raddoppio. Linari salva sulla linea di porta. L’assalto finale delle azzurre non regala il pareggio all’Italia.

TCF


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *