News

Cittadella, Gabbiadini: “Serve lavorare e investire su una crescita graduale di tutte quante le società, ma se penso ai mie anni il passo è stato enorme”

16 Novembre 2022 - 09:15


Storico volto del calcio femminile italiano e attuale allenatrice del Cittadella Women Primavera, Melania Gabbiadini ha parlato ai microfoni del club veneto analizzando la crescita del calcio femminile, il passaggio dal campo alla panchina e l’avvio di stagione delle giovani amaranto, attualmente al 4° posto del Girone A della Primavera 2. Queste le sue dichiarazioni: “Il calcio femminile in Italia è sicuramente in crescita rispetto a qualche anno fa, siamo passate al professionismo, dato importantissimo per il movimento, un potenziale fattore di crescita è il continuo aumento delle tesserate, ancora lontane dai dati dei livelli europei, questo è un gap da dover colmare, ma per fare ciò bisogna avere delle strategie solide sotto diversi aspetti, lavorare e investire su una crescita graduale di tutte quante le società, mettere a disposizione strutture adeguate e tecnici qualificati soprattutto nei settori giovanili. La strada è sicuramente ancora lunga ma se penso agli anni giocati, il passo è stato enorme. Bisogna continuare a credere e crescere”.

“Passare dal calcio giocato alla panchina diciamo che non è stato semplice ma nemmeno complicato, nel senso che, è vero che si parla sempre di calcio, ma le dinamiche sono completamente diverse. La mia fortuna, avendo iniziato nel settore giovanile, è che ho trovato un gruppo di lavoro positivo e propositivo dando importanza alla crescita della ragazze, ho messo a disposizione più la mia esperienza inizialmente, la conoscenza di dinamiche e situazione poi sono venute con il lavoro e la crescita personale. Certo i primi anni un po’ mi mancava calpestare l’erba in un ruolo diverso, ma vedere la crescita, le emozioni e tutto l’aspetto che comporta l’allenamento e la partita sui volti e i comportamenti delle ragazze, beh sicuramente è molto molto gratificante”.

“Il bilancio in questa prima parte di campionato è un po’ altalenante, nel senso che a volte abbiamo messo in campo le qualità che servono, il lavoro di squadra, la mentalità giusta, a volte l’ingrediente mancante è stato l’atteggiamento, dove abbiamo pagato con risultati negativi. E proprio quest’ultimo aspetto è quello che più serve a questa squadra, è una squadra giovane sotto tanti punti di vista, ma abbiamo un gruppo di lavoro che ha voglia di imparare e di crescere e questa è una qualità che mi piace. L’importante è continuare a dare molto a queste ragazze e sono sicura che nel proseguo della stagione potremmo raccogliere risultati diversi. Il mio futuro per il momento è pensare a questa stagione, cercare di far sempre meglio e divertirmi con questa squadra, poi ci sarà tempo per pensare alla prossima stagione”.

“Un consiglio per le ragazze che praticano questo sport? Il mio consiglio è quello di avere sempre coraggio, coraggio nel fare qualsiasi scelta e in tutto quello che si vuole fare, di non accontentarsi mai, e fare tutto questo divertendosi”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *