News

Cittadella, Ferin: “Siamo una squadra solida e con importanti individualità, con l’Apulia gara impegnativa e dovremo dare il massimo”

14 Ottobre 2022 - 14:20


Autrice di un inizio di stagione superlativo, con già 4 reti siglate in questo avvio di Serie B, Caterina Ferin è già diventata insieme a Kongouli un riferimento avanzato importante per il Cittadella Women. L’attaccante ex Tavagnacco ha parlato sulle colonne di Calcio Femminile Italiano analizzando il rendimento della compagine veneta e la prossima sfida con l’Apulia Trani:

“Perché il Cittadella? Avevo bisogno di nuovi stimoli e tutti mi hanno parlato di Cittadella come una società seria e ambiziosa con uno staff molto preparato, quindi la scelta è stata abbastanza semplice.”

“Il campionato è molto equilibrato, ma la squadra è molto solida e abbiamo delle individualità importanti, oltre a un collettivo che si aiuta sempre. Se ho fatto quattro reti devo principalmente ringraziare le mie compagne che mi hanno aiutata a segnare, quindi direi che il merito dei quattro goal va diviso e condiviso con tutta la squadra, sperando di continuare così.”

“La sfida col Tavagnacco? Loro si sono dimostrate una squadra molto abile a difendersi, infatti il primo tempo abbiamo trovato molte difficoltà e noi non abbiamo espresso al meglio il nostro gioco. Il secondo tempo ci siamo sbloccate e abbiamo concretizzato le occasioni create, nonostante non sia stata la nostra miglior partita. Sentivo molto la partita, più che altro perché è stata la prima squadra che ha puntato su di me, facendomi crescere e migliorare, oltre ad avermi dato molti momenti di gioia. Non mi sarei mai aspettata di fare due goal contro la mia ex squadra ed è anche per questo che ha avuto un sapore diverso.”

“La prossima con l’Apulia? Loro sono una squadra che, nonostante sia appena salita di categoria, ha un buon gioco. Noi stiamo lavorando molto sull’intensità e sul consolidare alcuni movimenti che devono diventare automatici. Sarà una gara impegnativa e dovremo esprimere al meglio il nostro gioco.”

“Se già l’anno scorso la Serie B era un campionato equilibrato, quest’anno lo sarà ulteriormente. Le squadre appena scese dalla Serie A sono le più papabili per tornarci, ma dovranno sudare contro tutte le altre perché non ci saranno partite estremamente facili. Inoltre, è un campionato molto lungo, quindi probabilmente la spunterà la squadra più costante durante tutta la stagione.”

“Obiettivi? A livello personale sto facendo di tutto per laurearmi entro la fine del prossimo anno, mentre a livello calcistico punto a crescere e migliorare ulteriormente, visto che ho solo ventidue anni e credo di avere tutto il tempo per farlo!”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *