News

Cittadella, Colantuono: “L’obiettivo è di crescere a livello di gioco e mettere in mostra i gioielli del nostro Settore Giovanile”

6 Aprile 2022 - 13:40


Salvatore Colantuono, tecnico del Cittadella Women, ha parlato sui canali ufficiali del club tornando sulla bella vittoria ottenuta contro la San Marino Academy nell’ultimo weekend del campionato cadetto. Un successo prestigioso per le amaranto che hanno dato continuità dopo i tre punti conquistati a Palermo. Queste le sue dichiarazioni:

“Contro San Marino abbiamo fatto un ottimo primo tempo, dovevamo capitalizzare la mole di lavoro che la squadra è riuscita a produrre. Non siamo state brave, come spesso ci capita siamo state poco produttive in fase di finalizzazione. Poi nel secondo tempo è venuta fuori la qualità della San Marino, che è fra le 3/4 squadre più forti in assoluto, forse quella che gioca meglio di tutte e sinceramente sono anche un po’ stupito che non sia in lotta per la A. Noi siamo state brave a tenere botta, settima partita nell’arco del campionato in cui non abbiamo preso gol, questo è frutto di organizzazione.”

“Non lo voglio definire miracolo sportivo, ma ci andiamo vicino perché abbiamo una squadra giovane, difesa composta solo da ragazze del 2001, nel secondo tempo abbiamo chiuso con una 2004 e una 2002 sugli esterni d’attacco, quindi ne abbiamo due in Nazionale U19. L’obiettivo è di crescere a livello di gioco, di strutture, ma soprattutto di mettere in mostra i gioielli del nostro settore giovanile, che ci stanno dando tante soddisfazioni. Faccio i complimenti alle ragazze per la vittoria contro un top club.”

“La forza di una squadra passa anche dalla compattezza, noi lavoriamo per avere reparti corti e stretti, cercando di riaggredire la palla in maniera molto veloce con le distanze giuste. Speriamo di riuscire a finire bene questo campionato, per l’obiettivo salvezza ci manca qualche punto perché dietro stanno andando forte. Quindi l’obiettivo è continuare così e sfruttare questo pezzo del campionato giocando tutto al massimo.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *