News

Cittadella, Colantuono a TCF: “Da Mounecif andata alla Juve fino ai gioiellini Zannini, Begal e Nurzia: quanti talenti sforna il nostro formidabile Settore Giovanile!”

17 Luglio 2022 - 07:35


Dopo la sua prima stagione alla guida del Cittadella Women è stato riconosciuto e apprezzato come uno dei tecnici più preparati e di valore. Salvatore Colantuono ha parlato alla trasmissione “TCF” dell’ambiente granata, cominciando dal Centro Sportivo di proprietà e proseguendo con il Settore Giovanile, due fiori all’occhiello per il club veneto:

“Il nostro Centro Sportivo? Avere una struttura di proprietà è fondamentale. Noi ospitiamo anche il Settore Giovanile maschile, quindi è un pò una situazione capovolta. Il nostro orgoglio principale è quello di avere questa struttura di riferimento, in cui per altro non ci sono solo campi da calcio ma anche di tennis, padel, beach soccer, palestre, ristoranti, bar, in cui le nostre 200 ragazze del Settore Giovanile che arrivano da tutto il Veneto si allenano tutti i giorni e crescono. In questo ultimo anno tutte le nostre formazioni giovanili sono state tutte grandi protagoniste nelle rispettive categorie. Abbiamo avuto la fortuna di portare anche tante giovani in Nazionale. L’ultima, Mounecif, ha partecipato all’Europeo Under 19 ed è stata da pochi giorni acquistata dalla Juventus per disputare la Primavera. Un prospetto sul quale avevo puntato tantissimo. Quindi diciamo che l’obiettivo non è solo fare bene con la Prima Squadra ma anche e soprattutto riuscire a portare con le grandi quelli che sono i frutti del Settore Giovanile che è diretto in maniera eccelsa dal nostro Direttore Generale Alessandro Nurzia. Uno dei maggiori scouting italiani a livello di Settore Giovanile.”

“Lo scorso anno abbiamo fatto esordire in Prima Squadra Sofia Zannini, l’attaccante della Nazionale Under 17, una 2005. L’ho fatta giocare addirittura in Coppa Italia contro il Milan, non ho avuto paura di schierarla. È una calciatrice di assoluto talento e farà parte del mio gruppo anche quest’anno. Ci sarà ancora con noi Alice Begal, una 2003 che lo scorso campionato è stata la nostra attaccante esterna titolare. E la stessa Martina Pizzolato, una 2004 che ha già fatto ben sei gol in Serie B. Il nostro è un Settore Giovanile pieno di talenti. Tra queste vorrei mettere in squadra anche Martina Nurzia, un play che l’anno scorso con la Primavera ha dettato i tempi di gioco e che ha già fatto il suo esordio con noi. Quindi diciamo che il nostro Settore Giovanile non ci fa annoiare, ci rifornisce continuamente di personalità che potranno far strada. L’obiettivo principale è quello di far crescere quello che è il nostro prodotto”.

“Stiamo allargando molto a livello giovanile la nostra visione in tutto il territorio. Guardiamo al Veneto ovviamente ma anche al Trentito, un pò al Friuli e anche ad una parte dell’Emilia Romagna. Abbiamo instaurato delle collaborazioni con la Spal, con il Venezia, quello che non ha alle spalle il maschile. E abbiamo anche altre quattro-cinque società satellite da cui cerchiamo di tirare fuori delle giovani di talento da portare a Cittadella. Stiamo facendo le cose fatte bene insomma. Mi augurerei che il Cittadella maschile, con cui abbiamo ottimi rapporti, ci sostenesse però un pò di più. Ormai è assodato che il calcio maschile deve dipendere anche da quello femminile e qui da noi troverebbero una società già pronta e ben strutturata. Mi auguro anche in futuro di poter giocare una volta allo Stadio Tombolato, magari portando tanti spettatori a far vedere che abbiamo una squadra forte, con molte ragazze anche della zona molto forti che meriterebbero queste attenzioni”.

TCF (2 – segue)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *